Utente 232XXX
Mi chiamo mimmo è ho 37 anni sposato con figli. Da un anno ho qualche problema sul glande,vescica,testicoli,ect.Dopo una serie di esami,dello sperma,liquido prostatico l,urologo a cui mi sono rivolto ha escluso qualsiasi forma di infezione.Inoltre degli esami e cure sono state fatte da mia moglie.Negli ultimi mesi credo di aver isolato il problema,nel senso che dopo il rapporto sessuale ho dei dolori all'interno del glande(lampi che aumentano se premo leggermente.)A tratti poi mi si presenta un rossore a chiazze che scompaiono se il glande lo scopro.In attesa di una vs risposta cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
le porgo io una domanda:
come è stata esclusa "qualsiasi forma di infezione" ? ovvero quali metodiche sono state utilizzate per escludere tutte le Malattie Sessualmente Trasmissibili?
Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Se sono state escluse le infezioni, sicuramente lei avrà praticato anche esami sul liquido seminale e ricerche specifiche verso patogeni che possono essere responsabili di uretriti (spesso le uretriti si manifestano con quel dolore che lei descrive ed hanno andamento altalenante). In ogni caso le consiglio di consultare ulteriormente il suo urologo che conoscendola già saprà meglio di tutti inquadrare e trattare il suo problema.
Cordiali saluti,
dott.Daniele Masala.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
troppo vaghi ed aspecifici sia i segni che i sintomi clinici che Lei descrive e troppi gli organi coinvolti.
Credo che una buona raccolta dei dati anamnestici sia indispensabile, oltre naturalmente una completa valutazione clinica. Consulti uno Specialista che Le dia massima fiducia e che abbia dei Suoi problemi una visione più ampia, anche interspecialistica.
Auguri affettuosi sia per la pronta risoluzione del problema e sia per un sereno Natale ed un felicissimo Nuovo Anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO