Utente 124XXX
salve a tutti, ciò che desidero chiedere a voi dottori è un consulto su un problema che mi da molti problemi più che altro mi fa veinre le paranoie quasi ogni giorno.
vado sabito al sodo, ho 16 anni e quando cerco di masturbarmi non arrivo mai all'eiaculazione. Le uniche cose che succedono sono che dopo alcuni minuti sento che il movimento diventa più fluido dall'interno, come se il pene scivolasse su qualcosa (mi sono documentato su internet e dovrebbe essere una specie di lubrificante, ma ho letto anche che dovrebbe uscire ma ciò non accade). Poi accade che il pene si gonfia parecchio fino a rendere abbastanza difficile il continuo della masturbazione, ecco cosa succese, tutto tranne chè l'uscita di luquido spermale. Sono abbastanza preoccupato che non avvenga l'eiaculazie, cosa che avviene abbastanza spesso nelle ore notturne durante il sonno,magari quando il giorno ho provato a masturbarmi. Altre notizie che possono interessarvi :ho subito all'età di 5 anni un operazione di ernia inguinale e all'età di 15 sono stato operato di idrocere e varicocere che se non sbaglio dovrebbero essere una cisti attaccata al testicolo e l'altra una specie di sacca pieno di liquido intorno al testicolo stesso. Un'altra notizia che posso darvi è che quando bacio delle ragazze poco dopo ho degli indolonsimenti ai testicoli che piano piano si placcano. Vi ho detto tutto, spero di ricevere numerosi consigli e questo mi farebbe molto felice. Magari è un mio errore di "tecnica meccanica" quando provo a masturbarmi oppure penso che non riesca mai a soddisfarmi pienamente e raggiungere un alto livello di eccitazione che poi permette l'eiaculazione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
aaCaro Utente,la Sua storia richiede,nonostante la palese inesperienza legata alla giovane eta',un approfondimento che non puo' che venire da un esperto andrologo.Sarebbe stato conveneniente che,all'epoca degli interventi x varicocele/idrocele,il collega avesse compiuto un'opera conoscitiva sugli "usi e costumi" del Suo apparato sessuale,limitando,in tal modo, la confusione che presenta.Ho la sensazione che il Suo prepuzio non scivoli sul glande in erezione,dando luogo ad evidenti problemi nell'orgasmo/eiaculazione.


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Dottore grazie mille per avermi risposto, ma volevo chiederle un chiarimento sulla Sua risposta ( ovvero che il prepuzio non scivoli sul glande in erezione ). Seguendo il suo ragionamento non mi spiegherei le eiaculazioni notturne, ma mi correga se sbaglio, per quanto abbia cercato di documentarmi non ho mai capito bene l'apparato in questione. Grazie anticipatamente per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le erezioni notturne con le eventuali eiaculazioni,non sono frutto di un'eccitazione sessuale,bensi' ,riconoscono un genesi spontanea. L'eiaculazione che avviene in corso di coito (in auto o eterosex) necessita del piacere che,dinanzi all'ipotesi da me formulata di una fimosi (parziale o totale),e' certamente inibito.Comunque,ribadisco,sono solo ipotesi da confermare,o meno,solo dopo una visita specialistica reale e non virtuale.Ci aggiorni in seguito.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora Dottore per le Sue risposte, pensavo fosse qualcosa di meno grave che non richiedesse l'ausilio di persone specializzate ma mi sbagliavo. Sicuramente ora troverò il coraggio per parlarne con mio padre. Ma desidero chiederLe ancora una cosa, se la Sua supposizione fosse esatta, come si dovrebbe risolvere il problema? Quali sarebbero le eventuali cure disponibili?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...in presenza di una fimosi,parziale o totale,la terapia non e' farmacologica, bensi' chirurgica ma.per adesso,non si fasci la testa prima di essesersela rotta...Cordialita'.