Utente 125XXX
Ho 26 anni e una bimba di 2 anni (prima gravidanza, senza complicazioni e a termine 11/2006). Nel gennaio del 2008 dopo aver finito il turno di lavoro sono stata colpita da ARRESTO CARDIOCIRCOLATORIO IMPROVVISO.
Sono stata soccorsa dopo 7 minuti con rianimazione precoce ed in seguito defibrillatore automatico. Seguita terapia di ipotermia e coma indotto al risveglio ho accusato una perdita della memoria (circa 4mesi) e da allora la memoria a breve termine è compromessa. Diagnosi: cardiomiopatia dilatativa post parturale.
Mi è stato impiantato un ICD nella settimana sucessiva al risveglio.
Non avevo mai dato peso ai sintomi: capogiri, stanchezza e svenimenti.
Ho fatto tante ricerche sulle aspettative di vita di persone colpite da arresto cardiocircolatorio improvviso ma non ho trovato nessuna corrispondenza con il mio caso.
Sono in terapia con il solo CORDARONE a giorni alterni in quanto soffro di ipotensione e ho dovuto eliminare tutti gli altri farmaci. Capacità cardiaca stabile al 42%.
Secondo voi qual'è l'aspettativa di vita?
Grazie per la risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Purtroppo non è possibile fornire informazioni sulla sua aspettativa di vita poichè la possibile evoluzione della sua malattia puo' andare, senza possibilità predittive, sia verso il peggioramento e sia verso il miglioramento, che potrebbe arrivare nel suo caso fino alla normalizzazione della capacità contrattile del cuore, visto che la funzione contrattile è lievemente compromessa (Se quella che noi chiamiamo frazione di eiezione fosse come afferma del 42%).
A disposizione per ulteriori consulti