Utente 112XXX
Gentili medici,
sono una ragazza di 23 anni che ormai da mesi convive con sintomi davvero spiacevoli ed essendo ormai particolarmente preocupata vi chiedo un consulto.
Tutto è cominciato lo scorso febbraio con una tachicardia forte e da lì in poi ho passato mesi con sintomi vari che vanno dalle vampate di calore,a problemi di stomaco, giramenti di testa e sintomi di svenimento.
Ho fatto molti controlli: ecografie all'addome, ecocardiogramma ed ecocardiografia, esami della tiroide, ecodoppler alle carotidi. Tutti hanno avuto esito negativo a parte l'ecocardiogramma che ha riscontrato della tachicardia ma nessuna aritmia.
Tutti i vari medici sono del parere che visti gli esiti negativi degli esami fatti il mio sia un problema di ansia somatizzata.
Vi chiedo un vostro parere perchè essendo una persona che non ha mai avuto problemi di salute, non vivendo praticamente più da sei mesi sono molto preoccupata e vorrei sapere se anche secondo voi si tratta di un problema di ansia oppure se questi sintomi possono nascondere qualche problema di salute serio.
Aggiungo anche che in questi giorni sono in vacanza ma invece di stare meglio continuo ad avere giramenti di testa e un forte senso di spossatezza, debolezza e mi stanco subito.
Ringraziando anticipatamente per l'attenzione porgo i miei più distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Già il fatto che l'ecocardiogramma sia negativo (Anche se il fatto che abbia riscontrato una tachicardia, mi fa pensare che si tratti di un elettrocardiogramma), puo' tranquillizzarla. E' probabile che alla sua età (troppo giovane generalmente per avere disturbi cardiaci, sempre che non si tratti di disturbi congeniti che lei naturalmente già saprebbe di avere perchè determinano problemi seri già nei primi mesi o anni di vita)una forte componenete ansiosa possa scatenare tali sintomi.
Vada dal suo medico che saprà valutare la necessità di ulteriori valutazioni cardiologiche.
A disposizione per ulteriori consulti