Utente 125XXX
Gentili dottori volevo avere indicazioni circa il fenomeno di fibrillazione atriale.Come ci si accorge di soffrire di tale patologia? E soprattutto con l'ECOCaRDIOGRaMMa si puo' vedere se si soffre o se siamo in presenza di fibrillazione atriale??Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Generalmente quando il paziente si accorge di essere in fibrillazione atriale (non sempre tale aritmia è percepita e anzi spesso è un riscontro occasionale avvenuto nel corso di accertamenti clinici eseguiti per altri motivi), lamenta un ritmo non regolare.
Non è l'ecocardiogramma l'esame migliore per eseguire diagnosi di fibrillazione atruiale (Anche se puo' essere individuata per alcune caratteristiche dell'esame soprattutto a livello del doppler misurato sulla valvola mitrale), ma il semplice Elettrocardiogramma.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  


dal 2014
Gentile dottor Tidu dagli esiti dell' eco è emerso solo un prolasso della valvola mitrale condizionante lieve rigurgito.. Significa che soffro di fibrillazione atriale?? O di che altro?Molto spesso avverto battiti irregolari che però non mi condizionano le giornate...Volevo sapere se è grave avvertire questi sintomi.Grazie
[#3] dopo  


dal 2014
Inoltre il prolasso mitralico è una CaRDIOPaTIa??Ho saputo che non vi è piu la necessità di profilassi antibiotica per l'endocardite batterica per quanto riguarda il prolasso mitralico...
[#4] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Avere il rpolasso della valvola mitralica non vuol dire avere la fibrillazione, la cui diagnosi, le ripeto, vievne eseguita con un ECG.
Il prolasso mitralico non è una cardiopatia, ma una condizione, generalmente benigna, che non determina nessun problema. Recentemente sono state pubblicate nuove linne guida sulla profilassi dell'endocardite batterica (quelle precedenti erano del 1997) che riducono le indicazioni alla profilassi escludendo il prolasso mitralico dalle condizioni che lo richiedono.
A disposizione per ulteriori consulti
[#5] dopo  


dal 2014
Il normale elettrocardiogramma non ha evidenziato nulla..Vale la pena effettuaere un elettrocardiogramma secondo Holter se i sintomi,di battiti irregolari, seppur frequenti non danno fastidio?Grazie infinitamente per le sue risposte.
[#6] dopo  


dal 2014
Gentile dott. Tidu vorrei spiegato la differenza tra extrasistoli e fibrillazione atriale dal momento che entrambe si presentano sotto forma di battiti irregolari e quando queste possono essere ritenute pericolose. Grazie e spero di incontrarla di persona.
[#7] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Le extrasistoli sono singoli battiti che sono anticipati rispetto al battito che normalmente avrebbe dovuto seguire il battito normale. Possono anche essere organizzate (alternate a un battito normale ed in questo caso parliamo di bigeminismo, o ogni 2 battiti, parlando di Trigeminismo. Generalmente non sono pericolose lo diventano quando tendono ad accavallarsi al battito precedente, potendo scatenare delle aritmie complesse (ma è una cosa molto rara).
La fibrillazione atriale, è invece una aritmia caotica (ossia irregolare)più complessa che dura piu' al lungo ( a volte dura per tutta la vita), che origina a livello atriale. Puo' diventare pericolosa poichè puo' far formare coaguli di sangua a livello atriale che possono partire dal cuore, creando problemi in periferia. Per tale motivo spesso al paziente in fibriollazione atriale si somministra una terapia anticoagulante.
A disposizione per ulteriori consulti.