Utente 219XXX
Gent.mo Dottore sono una ragazza di 28 anni e da quando ho 17 anni sono in cura con Eutirox per tireopatia autoimmune. Attualmente sono seguita da un endocrinologo dell'Ospedale di Padova, ma come dire... non mi sento seguita. Ho manifestato a lui i disturbi che ho ultimamente (esagerata stanchezza, sensibilità al freddo, mal di testa, calo del desiderio, secchezza della pelle, mal di testa frequenti, non ho avuto le mestruazioni di luglio e ieri che mi sono finalmente partite perdo pochissimo sangue) e mi dice che possono essere diverse le cause, che a parere suo si tratta di un esaurimento nervoso poichè in questo periodo sono stressata causa il mio lavoro e quello extra che faccio serale. Peso 80 kg circa e insiste sul fatto che devo dimagrire, seguo un'alimentazione corretta preferendo proteine, frutta e verdura e tenendo la pasta per nemmeno 2 volte a settimana, la pizza 1 volta; ma non calo... Le gambe si sono snellite ma ho uno stomaco immenso e braccia grosse, trovo anche il mio viso più tondo. Il dottore mi ha aumentato la dose di eutirox da 150 a 175, sono piuttosto seguita anche per via di un nodulo, ma oltre alla semplice prescrizione di una pastiglia altro non fa. Ho avuto problemi con testosterone alto da bambina, eccessi di prolattina con seguente mastite a 12 anni ma pare che ciò non influisca.
Oltre a ciò ho eseguito esame citologico di agoaspirato a lobo dx della tiroide con seguente esito: neoformazion prevalentemente a cellule ossifile, caratterizzate da ipercellularità e assenza di colloide. Si evidenziano inoltre aspetti riferibili a tiroide autoimmune.
L'endocrinologo che mi segue è in ferie, ma gradirei sapere l'opinione anche di un altro professionista, perchè questo oltre a dirmi che devo fare esercizio fisico e dimagrire non fa altro.
Vorrei sapere se possono incidere i problemi che ho avuto da bambina, se è normale che toccando la tiroide nel lobo dx mi dia fastidio per non dire una sensazione di dolore strana... se le strane macchie giallo/arancio che mi sono spuntate sulle dita sono riferibili alla mia patologia.
Nel frattempo domani mattina andrò a fare l'impegnativa per tutti i valori ormonali.
Chiedo scusa se mi sono dilungata.
Grazie per l'attenzione.

Valutazione ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Io le posso dire che con la dose di Eutirox che lei assume sono da escludersi disturbi legati a cattivo funzionamento tiroideo. Se l'aumento di dose di Eutirox è stato deciso per via del nodulo è importante che il TSH sia andato al di sotto di norma perchè questo determina un regime farmacologicvo cosidetto soppressivo ormasi non più tanto usato in endicrinologia perchè non si è dismostrasta una reale efficacia nel ridurre il nodulo.
Mi dovrebbe dire che classificazione hanno dato al nodulo con l'agoaspirato (Tyr1, 2, 3 o 4) questo è essenziale a meno cher l'agoaspirato non sia stato effwettuato molti anni fa.
Circa il problema del peso la sua sembra una obesità distrettuale centrale (l'accumulo di adipe è prevalente nel tronco e negli arti superiori) questo potrebbe essere un fatto costituzionale per cui altri mebri femminili della sua famiglia potrebbero averlo, in ogni caso potrebbe rivolgersi ad un dipartimento che si occupi di obesità o ad un medico specialista che si occupi di sovrappeso e obesità e possa studiare con lei uno schema alimentare a lei congeniale.
Dr.ssa Paola Mossa

[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Allora l'ago che ho fatto è di due settimane fa ma non c'è scritta alcuna classificazione, ma solo: neoformazione prevalentemente a cellule ossifile, caratterizzate da ipercellularità e assenza di colloide. Si evidenziano inoltre aspetti riferibili a tiroide autoimmune.
Per quello che riguarda il sovrappeso è da poco che si è delineata una netta differenza da parte sopra a parte sotto, il viso pare quasi più gonfio rispetto a giugno quando ero 3 kg in più di adesso; in caso affronterò il parere di un medico specialista.
Nel frattempo ho pensato di controllare tutti i valori ormonali, poi sono riuscita a fissare un appuntamento con la dottoressa Maria Rosa Pelizzi- tanti mi hanno parlato bene di lei e magari mi consiglierà una strada migliore o mi seguirà meglio del mio attuale dottore; anche perchè sinceramente parlando questo eutirox 175 non lo sopporto tanto bene...
Grazie per la cortesia e per la velocità.