L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 321XXX
In vista di un esame particolarmente difficile e decisivo, considerando i miei problemi di concentrazione che a tratti sfociano in vere e proprie ossessioni (sono in cura da quasi due anni da uno psicoterapeuta ma con risultati altalenanti, lui sostiene per la mia incostanza nel praticare ogni giorno gli esercizi che mi prescrive), stufo e nervoso più che mai, decisi di affidarmi, due giorni prima dell'esame, a due integratori comprati in erboristeria, rodiola rosea ed n-acetil-tirosina.

La rodiola è un estratto energizzante dalle proprietà serotoninergiche e noradrenergiche, ho letto persino degli studi su pubmed che ne confermano l'efficacia.

Il nalt è un aminoacido non essenziale che fa più o meno la stessa cosa, aumenta la quota di dopamina.

Il dosagio massimo consigliato è 300 mg.

Due giorni prima ne ho usati 100 mg e 100 mg.

Ma il giorno dopo, di fronte all'immenso carico di lavoro,ne ho usato 150 mg e 150 mg nel pomeriggio, altri 150 e 150 verso mezzanotte.. e poi ho fatto la nottata per ripetere... tutta d'un fiato... la mattina, distrutto dalla stanchezza, con gli occhi che si chiudevano, ne ho presi 300 mg e 300 mg!!.

L esame è andato decisamente bene ma di ritorno a casa ho notato nervosismo, ansia moderata, incapacitá di addormentarmi, scarso appetito, paura di aver combinato qualche guaio al mio sistema nervoso.

Nel pomeriggio sono riuscito a riposare un'oretta e poi la sera, ancora scosso e spaventato, ho dormito per circa sei ore, ma con continui risvegli..

È il caso che faccia qualcosa? Potrei essermi procurato dei danni?

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
nessun problema...avrà già notato che è ritornato alle sue normali condizioni fisiologiche.
Lo stress eccessivo, la notte insonne, gli adattogeni dopaminergici, l'impegno delle sue ghiandole surrenali, etc.,
tutto molto concentrato e in breve tempo hanno determinato quei successivi sintomi fastidiosi comunque destinati ad esaurirsi in breve.
Assolutamente, nessun danno permanente!

Cordiali saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Agopuntura

[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottor Riccardo, tutto esattamente come diceva lei, e da ben due giorni !!

Sono contento che su questo sito ci sia un esperto come lei, inoltre simili prodotti adattogeni e naturali a parer mio dovrebbero entrare nel bagaglio culturale di ogni medico moderno.

La ringrazio di nuovo.

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Grazie a lei per gli apprezzamenti e per aver chiesto il parere!
Siamo in molti a condividere l'importanza del consulto on line di alto livello professionale, ben intesi i limiti di questo mezzo.

Un caro saluto,
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Agopuntura