Questo era un detto popolare noto ma che mancava di una conferma e di una prova scientifica.

Ora un lavoro, ben orchestrato, condotto da un gruppo di farmacologi dell’Università di Ankara e di New Orleans e pubblicato sulla prestigiosa rivista “Andrologia”, sembra stabilire che in effetti il succo di melograno può aiutare l’erezione.

 

 

Lo studio in questione ha utilizzato i corpi cavernosi prelevati da sedici uomini a cui era stata inserita una protesi peniena.

Le fibre della muscolatura liscia dei corpi cavernosi, tenute in particolari terreni di coltura, hanno mostrato, quando messe a contatto con i preparati di succo di melograno, un miorilassamento importante (con una risposta massima al 97,0 % più o meno 3,1%) con un aumento significativo, sempre nei terreni di coltura di alcune sostanze ed enzimi, come l’ossido nitrico sintetasi (aumentato fino a 7 volte) e il cGMP; tutti fattori questi che scatenano il rilascio delle fibre muscolari lisce del corpo cavernoso e quindi possono determinare una valida rigidità.

 

  

 

Questa ricerca sembra così fornire una prova razionale, scientifica e non magica, del perché il succo di melograno può prevenire un problema erettile ed anche perchè potrebbe aiutare uomini con problemi all’erezione e che non rispondono più bene alle terapie a base dei già arcinoti inibitori delle fosfodiesterasi di tipo V (Sildenafil, Tadalafil, Vardenafil).

 

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27785815

Altre informazioni:

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/1580/Fitoterapie-e-deficit-dell-erezione.html

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html