E' una pratica sempre più utilizzata dalla fascia - soprattutto femminile - dei più giovani: la depilazione completa dei genitali; così utilizzata da divenire ormai una moda diffusa in tutto il mondo.

L'allarme arriva dalla prestigiosa scuola DermoVenereologica di Barcellona (Spagna)  e dall'Università di Washington: depilare completamente le zone pubiche e genitali esterne può favorire l'insorgenza di malattie sessualmente trasmissibili di origine virale e batterica.

Tra queste malattie gli studiosi citano l'herpes genitalis, la condilomatosi (HPV) i molluschi contagiosi (POX virus) ed addirittura la Sifilide.

Il maggior rischio di contagio provocato dall'epilazione (soprattutto a ceretta) o dalla depilazione con rasoio, risiederebbe nei microtraumi continuativi e dalla creazioni di soluzioni di continuo che possono favorire la trasmissione per via ematica (a nostro avviso più rara) e sub-dermica (molto più frequente e specifica per particolari infezioni sessualmente trasmissibili di natura muco-cutanea) di questi microrganismi infettivi.

Ci pare utile quindi avvertire - sulla scorta di questi importanti studi, dei maggiori rischi provocati dalla diffusa metodica e raccomandare attenzione e buon senso.

In caso di lesioni (papule, escoriazioni, esulcerazioni, vescicole) di neo insorgenza utile rivolgersi allo specialista della cute, mucose e delle MST quale il DermoVenereologo.

Ricordiamo ed osserviamo inoltre, che le metodiche di Epilazione permanente effettuabili sempre dal DermoVenereologo con diverse metodiche (Laser o IPL) potrebbero ottenere risultati esteticamente più accettabili e a lungo termine, preservando da questo rischio.

Fonti giornalistiche: http://www.tgcom24.mediaset.it/salute/2014/notizia/la-depilazione-pubica-e-causa-d-infezioni-allarme-per-i-giovanissimi_2037000.shtml