La sessualità degli uomini over sessanta sembra avere delle caratteristiche ben precise: ludica e spensierata ma decisamente irresponsabile, scevra da fantasmi gravidici, ed a quanto pare, a pagamento.

La sessualità mercenaria sembra sopravvivere alla crisi e sembra essere sempre presente nelle più svariate latitudini e riguardare tutte le fasce d’età.

Messa al rogo dalla chiesa e dal perbenismo, furtiva e trasgressiva, vietata, ed ancora immorale e ludica; ma pur sempre presente.

I sessantenni di oggi, praticamente i quarantenni di un tempo, spesso aiutati dalle pillole dell'amore e da tanta voglia di sperimentarsi ancora, vivono una vera seconda gioventù sotto le lenzuola.

Sembra però che, unitamente a questa impennata di desiderio e di prestanza sessuale, ci sia un atteggiamento "adolescenziale" caratterizzato dall'assoluta assenza di protezione.
Questa riflessione emerge dallo studio pubblicato sull’American Journal of Men’s Health, condotto dalla dottoressa Christine Milrod e dal professore di sociologia dell’Università di Portland Martin Monto.

Gli esperti hanno intervistato 208 uomini americani di età compresa tra i 60 e gli 84 anni, abituali consumatori di rapporti mercenari, ed hanno dimostrando come l’aumentare dell’età faciliti la propensione al sesso a pagamento, soprattutto con rapporti sessuali non protetti.

 

L’indagine

  • Più della metà degli intervistati ha riferito di non utilizzare il preservativo durante i rapporti sessuali a pagamento.
  • Il 91% evita la protezione durante il sesso orale.
  • Gli uomini intervistati percepisce un basso rischio di contrarre l’infezione da Hiv (la scarsa percezione del rischio è tipica degli adolescenti)
  • Soltanto il 62%, nonostante i comportamenti a rischio, non ha mai effettuato il test per il virus
  • Il 31,1% ammette infatti di aver contratto una Mts durante la sua storia sessuale
  • Il 10,2% la gonorrea
  • Il 10,1% le verruche genitali
  • Il 7,8% l’herpes genitale
  • Il 5,3% la clamidia.

 

 

Il panorama italiano
Anche gli italiani sembrano essere "allergici" alla protezione, sfidano la sorte e vivono la sessualità seguendo l'onda emotiva, ed anomala, del momento.

Carpe diam!
Nessuna prevenzione, nessuna contraccezione, ed a quanto pare, nessuna attenzione alla partner.

 

Qualche riflessione
Non entro nel merito delle MST - anche perché parlare di educazione sessuale per gli over 60 mi sembra fuori luogo - ma cercherò di investigare le pieghe psichiche che sembrano muovere le fila di questi comportamenti, legando a doppia mandata "rischio e sessualità" e "desiderio e sesso mercenario".

Gli uomini che pagano per il piacere del sesso appartengono - a quanto pare - a tutti i ceti sociali ed economici, ed a tutte le età!

Sembra infatti che il mestiere più antico del mondo venga regolamentato da meccanismi complessi, che vanno ben oltre la sessualità in se.

  • Che fine ha fatto il fascino dei capelli brizzolati?
  • Uomini benestanti, belli, colti e "risolti" - nel caso di over 60, per esempio - che motivo avrebbero di pagare una donna?

Potrebbero corteggiarla, conquistarla o vivere la facile avventura di una notte senza complicanze emozionali postume.

  • Cosa spinge gli uomini ad avere la necessità di pagare una donna, in cambio di favori sessuali, se l’epoca in cui viviamo è caratterizzata da un’estrema libertà sessuale, da disinibizione nel comportamento sessuale e dalla possibile facile realizzazione di fantasie erotiche?
  • Ed invece?

 

Il sottile piacere del pagamento e del "possesso a termine", scevro da sentimento, affettività e soprattutto relazionalità, apre uno scenario di grande fascinazione.

A quanto pare anche l'ingrediente "rischio di contagio" o "irresponsabilità", sembra essere determinante per accendere il desiderio e l'erotismo.
Forse, erotizzare il rischio potrebbe essere una strategia per esorcizzare la paura della vecchiaia e della morte.

Il rapporto con il potere, denaro, la dominazione ed il possesso, credo siano i cardini sui quali riflettere e sui quali noi clinici dovremmo orientare la nostra disamina, al fine di andare "oltre" i dati delle ricerche.

 

BIBLIOGRAFIA

  1. La salute sessuale del terzo millennio - Dichiarazione e documento tecnico. FISS- WA (federazione italiana sessuologia scientifica, Word association for sexual health)
  2. “Sessualità: usi e costumi degli italiani sotto le lenzuola” Valeria Randone - Kimeric 2011.
  3. “I disturbi del desiderio sessuale” Helen Singer Kaplan - Oscar Mondadori.
  4. "I disturbi della sessualità maschile, un approccio medico-psicologico" Jean Tignol - Masson
  5. “La sessoanalisi, alla ricerca dell’inconscio sessuale” Claude Crèpault
  6. Congresso di sessuologia clinica, Roma 26 ottobre 2012

 

 

 

http://jmh.sagepub.com/content/early/2016/01/05/1557988315623990.abstract

 

Fonte: http://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/16_gennaio_14/sesso-gli-over-60-spesso-pagamento-senza-protezioni-93dd18be-bac0-11e5-8d36-042d88d67a9f.shtml