Esplosione del pene a Reggio Emilia

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 04 gennaio 2014

Un sessantenne di Reggio Emilia ha affidato il proprio pene alle cure estetiche e plastiche di una dottoressa rumena operante presso una nota struttura Milanese.

L’impianto di Macrolane ( un gel a base di acido ialuronico usato anche nelle donne per aumentare il volume del seno ) che era stato impiantato per via retro pubica per aumentare le dimensioni del pene, non ha retto alle pressioni dell’atto amoroso, esplodendo letteralmente.

La parte lesa ha intascato 8000 euro e ha ritirato la denuncia

La news ha carattere scherzoso e non scientifico, visto ancora il periodo Natalizio e rilassato e non vuole offendere assolutamente la persona colpita né tantomeno i sanitari, sapendo che, spesso, le notizie dei media colpiscono più del dovuto.

L’importante è che il medico lavori seriamente e per passione e renda sempre informato il proprio paziente dei benefici e dei rischi che ogni pratica medica o chirurgica può apportare o procurare.

 

http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2013/12/31/1003421-pene-esploso-protesi-gel.shtml

http://it.notizie.yahoo.com/si-fa-aumentare-pene--ma-gli-esplode-durante-un-rapporto--risarcito-162319567.html

http://www.gazzettadiparma.it/news/emilia/157059/Il-pene--ritoccato--gli.html

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

9 commenti

#2
Dr. Andrea Militello
Dr. Andrea Militello

Giorgio grazie , ogni tuo intervento è interessantissimo. E' sempre un piacere avere i tuoi commenti e le tue "dritte"

#3
Dr. Daniele Bollero
Dr. Daniele Bollero

Non conoscevo la notizia ma trovo porti alla ribalta nuovamente la necessità dei pazienti di informarsi bene prima di effettuare qualunque procedura invasiva, sia su pro e contro, sia su curriculum ed esperienza del medico che dovrà eseguirla.
Personalmente più che un sorriso questa vicenda mi mette un pò di tristezza...pur di guadagnare...
Colgo l'occasione per sottolineare che Il materiale citato è stato sospeso dall'utilizzo nell'aumento del seno da più di un anno:
http://www.omceoge.org/home3/dmdocuments/Circolare%20Fnom%20%20su%20Macrolane.pdf
http://www.omceoge.org/home3/dmdocuments/Circolare%20Fnom%20%20su%20Macrolane.pdf
Un saluto

#4
Dr. Luigi Laino
Dr. Luigi Laino

Corcordo con Daniele ed aggiungo che si parla di un "quantomeno singolare" impianto in regione retropubica (!) il quale ha scaturito un'infezione con espulsione del materiale (quindi il rapporto sessuale sembra essere un "infiorettamento" della notizia, poiché mi pare un po' strano che in corso di una infezione di quel genere si abbia la possibilità e la voglia di avere un rapporto sessuale)

#5
Dr. Andrea Militello
Dr. Andrea Militello

Ringrazio il Dr. Bollero e il Dr. Laino per il loro prezioso ( e anche chiarificatore ) commento.

#8
Utente 334XXX
Utente 334XXX

Ho molto apprezzato l'articolo del Dr. Cavallini!
Se un 60enne (!) ha problemi di "estetica" del proprio pene, non è abbastanza ovvio che il problema è da un'altra parte? Perché assecondarlo, negando l'evidenza? E negandogli "le cure" di cui ha veramente bisogno?
E questa domanda la porrei a tutti quelli che praticano interventi estetici su persone giovani o giovanissime.
L'insicurezza, la non accettazione di se stessi, il non accettare la storia della propria vita, sono molto diffuse e parlano di una umanità fragile e vulnerabile. La vogliamo lusingare nei suoi problemi o vogliamo un'umanità sana?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche macrolane 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio