Macachi, androgeni e serotonina...altrimenti ci arrabbiamo!!

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 10 maggio 2014

 L’Aggressività negli esseri umani e negli animali è stata da tempo collegata all’azione ormonale degli androgeni e alla modulazione della serotonina.

Un gruppo di ricerca ha voluto studiare l’eventuale  interferenza e modulazione che gli androgeni possono avere sulla disponibilità endogena di serotonina.

Sono stati quindi studiati machachi maschi giapponesi , castrati , e sottoposto dopo 5 mesi a trattamento con : 

  • Placebo
  • Testosterone
  • Dutasteride
  • Letrozolo ( inibitore  dell’aromatasi )
  • DHT
  • In singolo o in combinazione

Dopo aver studiato gli animali da un punto di vista comportamentale ed aver studiato il livelli di prolattina indotta dalla serotonina endogena , gli studi hanno concluso che :

Gli androgeni sono responsabili dell’aggressività ma non hanno influenza sulla regolazione della serotonina.

L’enzima aromatasi sostiene  invece  la produzione di serotonina .

 

La mia riflessione molto personale va su una remota possibilità di poter un giorno aumentare la biodisponibilità della serotonina senza usare le attuali molecole che aumentano la ricaptazione della stessa, studiando meglio queste regolazioni ormonali

 

 Behav Neurosci. 2013 Jun;127(3):400-14. doi: 10.1037/a0032016. Epub 2013 Mar 18.
Effects of aromatase inhibition and androgen activity on serotonin and behavior in male macaques.
Bethea CL1, Reddy AP, Robertson N, Coleman K.

 

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche androgeni 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati