disfunzione-erettile

Dieta ricca di grassi e uso di marijuana promuovono la fibrosi dei corpi cavernosi

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 01 maggio 2021

Il legame tra consumo di cannabis e disfunzione erettile rimane poco chiaro.

Inoltre, l'effetto della cannabis in tandem con le attuali abitudini alimentari occidentali è un'area della salute sessuale maschile che deve ancora essere esplorata.

Disfunzione erettile: lo studio su dieta e cannabis

Uno studio ha cercato di indagare l'impatto della dieta e della cannabis sulla istopatologia del pene in un modello animale.

Obiettivo dello studio era determinare gli effetti della dieta e dell'estratto di cannabis per via orale sulla fibrosi e lo stress ossidativo all'interno dei corpi cavernosi dei topi.

cannabis studio disfunzione erettile

Questo è uno studio pilota su animali in cui gruppi di topi maschi C57BL / 6J di 2 mesi di età sono stati nutriti quotidianamente con una dieta chow normale (NCD) o una dieta ricca di grassi (HFD) e trattati con o senza estratto di MJ o THC per Due mesi. Dopo l'eutanasia, i peni dei topi sono stati isolati ed elaborati per studi immunoistochimici per determinare: (i) cellula muscolare liscia al contenuto di collagene, (ii) proliferazione dei miofibroblasti e (iii) attività antiossidante.

Principali misure di esito: valutazione quantitativa dei marcatori immunoistochimici di fibrosi e stress ossidativo all'interno dei corpi cavernosi di topi alimentati con una dieta ricca di grassi in combinazione con marijuana orale (MJ) o estratto di Δ-9-tetraidrocannabinolo (THC).

Qual è l'effetto della cannabis?

La combinazione di HFD con MJ ha prodotto:

  • una diminuzione del rapporto liscio / collagene nei corpi cavernosi,
  • un aumento dell'espressione di actina muscolare alfa-liscia nella tunica albuginea compatibile con la proliferazione dei miofibroblasti 
  • una diminuzione dell'espressione dell'eme ossigenasi 1 che indica un aumento dello stress ossidativo.

Non sono stati osservati cambiamenti istologici significativi nel gruppo HFD + THC.

Una dieta ricca di grassi combinata con estratto di marijuana orale ha portato ad alterazioni strutturali nel tessuto erettile che sono associate a fibrosi dei corpi cavernosi accelerata.

Tuttavia, l'aggiunta di THC alla dieta non ha esacerbato i cambiamenti istologici all'interno dei corpi cavernosi.

Sono necessari ulteriori studi per chiarire gli effetti discrepanti tra MJ e THC al fine di ottimizzare il potenziale terapeutico della cannabis e minimizzare i suoi effetti negativi sulla salute dei corpi cavernosi.

 

 

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche disfunzione erettile 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati