Polipi della colecisti: quando è indicato operare?

Dr. Andrea FavaraData pubblicazione: 28 dicembre 2012

Da quando l' ecografia addominale è diventato un esame frequentemente eseguito, il riscontro occasionale di polipi della colecisti in pazienti asintomatici è diventato frequente e spesso motivo di ansia nel paziente che teme di doversi sottoporre ad un intervento chirurgico solo per il fatto che sono stati identificati uno o più polipi nella colecisti.

In realtà, da tempo è noto che la stragrande maggioranza di polipi
della colecisti sono asintomatici e non richiedono alcuna terapia
riservando l' intervento di colecistectomia ai polipi di maggiori
dimensioni e a quelli che a controlli ecografici seriati dimostrano
una rapida crescita al fine di prevenire una eventuale degenerazione
neoplastica che è rara ma sicuramente più comune in queste due
categorie di polipi.

A supporto di questa posizione giunge un recente lavoro appena
pubblicato su Archives of Surgery da parte di un gruppo di colleghi
britannici.
Nel loro centro sono stati esaminati i dati relativi a 986 pazienti nei
quali è stato identificato uno o piu' polipi della colecisti all'ecografia, 467 dei quali sono stati seguiti nel tempo. Solo nel 6.6% dei polipi si è osservato un aumento di dimensioni, in  particolare in quelli dove le dimensioni iniziali erano superiori a 7 millimetri di diametro rispetto a quelli di 5 millimetri e solo lo 0.7% dei polipi ha dimostrato essere maligno al momento dell' intervento.

Tra i polipi sottoposti ad intervento chirurgico si è evidenziata una potenziale evoluzione verso la malignità solo nel 3.7% in particolare in quelli di maggiore dimensioni e a rapida crescita.
Gli Autori hanno poi aggiunto considerazioni di carattere economico relative al potenziale risparmio ottenuto evitando la degenerazione neoplastica dei polipi a rischio mediante controlli e colecistectomia quando indicata.

Gli Autori confermano i dati già noti quindi secondo i quali l' incidenza dei polipi della colecisti neoplastici è fortunatamente rara ed in particolare inesistente quando sono inferiori a 5 millimetri,
ragion per cui in questo gruppo di pazienti si consiglia solo di eseguire controlli ecografici periodici cosi come nei polipi fino a 10 mm. Polipi di maggiori dimensioni o a rapida crescita dovrebbero invece essere trattati chirurgicamente.

Fonte: Arch.Surg.2012;147(12):1078-1083

Autore

andreafavara
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Universita' Studi Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 31610.

11 commenti

#8
Utente 390XXX
Utente 390XXX

buonasera dall'ecografia addominale mi hanno riscontrato vari polipi il più grande è di 6 mm, il chirurgo mi dice di operare in laparoscopia mentre il gastoenterologo che mi segue dice no, (ho avuto un ulcera esofagea e adesso sono guarito dopo un anno di cura) sono indeciso se fare l'intervento o no , tra l'altro l'ecografia l'ho fatta quasi un anno fa, volevo fare la visita intanto cosi mi facevano l'ecografia e vedevo se il polipo si è ingrandito e se è rimasto uguale non mi opero, cosa mi consiglia? grazie se vorrà rispondermi , distinti saluti matteo zambonin

#9
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

Ecografia. Se la somma del diametro dei polipi e' superiore al centimetro colecistectomia. Prego.

#10
Utente 390XXX
Utente 390XXX

buonasera grazie della sua risposta ho rifatto l'ecografia ed è risultato che il polipo da 6 mm è diminuito a 4 mm ma è possibile secondo lei, la milza risulta ingrossata forse? dall'ecografia non è chiato pare nella norma visto che l'asse maggiore è di 11 cm e lo danno come misura limite mi conferma? il dottore di base mi consigliato di fare esami del sangue creatinina, pcr e amilasi pancreatica ed è risultato un valore un po' alto 70 u/l anziché 53. ho preferito non levarmi la colecisti in laparoscopia e infatti anche il dottore mi ha sconsigliato di operare. Io pratico il ciclismo a livello amatoriale non vorrei che gli sforzi che faccio fossero legati a tutti questi problemi, inoltre a volte ho un senso di gonfiore all'addome, premetto che ho avuto un ulcera esofagea l'anno scorso e l'ho curata bene per 10 mesi con la ranitidina.

#11
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

E' tutto possibile. Va pero' valutato direttamente da chi la segue personalmente. Prego.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche polipi 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Chirurgia generale?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio