x

x

Crema solare anno precedente

Posso usare il prodotto antisolare dell'anno scorso?

Dr. Giampiero Griselli Data pubblicazione: 13 luglio 2012 Ultimo aggiornamento: 08 luglio 2022

Può sembrare una domanda banale, ma è molto frequente e spesso non si è sicuri della risposta: si può riutilizzare la crema solare aperta l'anno precedente?

Tempo di mare, e capita, rovistando tra armadi, zaini, giochi da spiaggia, di trovare flaconi di protezione solare, doposole idratanti e cosmetici in generale non usati o non terminati precedentemente. Beh, si tratta di un uso esterno, si può pensare, e tutto sommato, con quel che costano! Comprensibile, però vediamo quali sono le indicazioni da seguire.

I prodotti solari hanno una scadenza?

Esiste un Regolamento ed una legge (713/86) che dice che sono messi in commercio solo prodotti cosmetici che recano le seguenti indicazioni, chiare, indelebili e facilmente leggibili:

  • Nome e ragione sociale
  • Contenuto nominale al confezionamento
  • Durata minima
  • Precauzioni d'uso
  • Lotto di fabbricazione
  • Funzione del prodotto
  • Elenco degli ingredienti

Esiste altresì una banca dati degli ingredienti.

Focalizzandoci ora solo sulla durata minima, e quindi sulla usabilità del nostro vecchio e apparentemente ben conservato prodotto, possiamo fare alcune osservazioni.

Fatta salva l'ovvia indicazione della data di scadenza del prodotto chiuso e ben conservato, non obbligatoria solo per prodotti cosmetici con durata minima oltre i 30 mesi, esiste un periodo di tempo, detto PAO (period after opening) che deve essere riportato sul prodotto, salvo i casi in cui la conservazione sia condizione irrilevante: esso indica l'intervallo di tempo entro il quale consumare il prodotto una volta che è stato aperto.

Queste indicazioni garantiscono che il prodotto sia funzionale al 100%.

Cosa succede se uso un prodotto scaduto?

I fenomeni che possono intercorrere in opposizione a tali raccomandazioni possono variare dal semplice decadimento parziale della attività principale (es. filtrazione dei raggi UV) fino a reazioni di tossicità dovuta a fenomeni chimici degenerativi. Teniamo presente che la buona conservazione ha comunque una importanza capitale.

Il consiglio finale è dunque questo: buttare i solari e cosmetici dell'anno prima e la soluzione migliore sarebbe farlo a fine stagione per non avere tentazioni l'anno successivo!

Per approfondire:Sai riconoscere il tuo fototipo?

Autore

giampierogriselli
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1990 presso bologna.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Ferrara tesserino n° 3231.

2 commenti

#1
Dr.ssa Valentina Pontello
Dr.ssa Valentina Pontello

Ciao Giampiero,

ho trovato questo post interessante ed utile.
In effetti l'etichetta dell'indicazione di scadenza, che per i prodotti in crema è di 6 mesi, spesso è molto piccola, poco leggibile, e viene facilmente trascurata.

Questo vale anche per tutti gli altri cosmetici, che noi donne vuoi per pigrizia o per affetto ("quel colore di ombretto mi sta così bene!") tendiamo a tenere nella trousse magari per anni, senza pensare che prodotti scaduti possono essere causa di allergia.

#2
Dr. Giampiero Griselli
Dr. Giampiero Griselli

Eh,si Valentina, alzi la mano chi non ha avuto il dubbio amletico davanti al prodotto cosmetologico scaduto!

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche fototipo 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Dermatologia e venereologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio

Contenuti correlati