Dermatite atopica e integratori alimentari: utili per prevenirla e migliorarla?

Dr. Luigi LainoData pubblicazione: 09 giugno 2013

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria della Pelle causata da una disregloazione dei Linfociti T in seguito ad alterazioni geneticamente determinate della barriera cutanea.

La Dermatite atopica è caratterizzata clinicamente da un eczema pruriginoso che può interessare tutto il corpo; tale patologia piuttosto comune, può interessare ogni età ma predilige soprattutto la prima fascia pediatrica.

Ad oggi sono disponibili nuovi farmaci in grado di trattare con efficacia la Dermatite atopica, fra cui gli Immunomodulatori topici e la Fototerapia UVB a banda stretta.

Da tempo si discute sulla reale efficacia di alcuni integratori alimentari in corso di dermatite atopica, sia per il bambino che per la madre che allatta.

Scopo di questa news è presentare i risultati di un recentissimo studio metanalitico sistematico, che ha preso in considerazione l'utilizzo di alcuni prebiotici, probiotici ed acidi grassi polinsaturi in corso di Dermatite atopica.

Lo Studio, ha dimostrato in tutti i lavori presi in considerazione, l'efficacia di alcuni integrazioni alimentari in corso di patologia, nello specifico:

- Lactobacillus rhamnosus GG

- Acido gamma linolenico + composto Omega 3 (Estratto di Ribes nero)

come terapia integrativa a lungo termine, sia per la prevenzione che per il controllo della malattia.

Ulteriori studi saranno necessari per dimostrare l'esatto meccanismo di azione di queste implementazioni in corso di Dermatite atopica

 

Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23682371

Autore

luigilaino
Dr. Luigi Laino Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2000 presso UNIVERSITA' LA SAPIENZA di ROMA.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 50938.

4 commenti

#1
Utente 307XXX
Utente 307XXX

Ho letto in diverse pubblicazioni che si consiglia per la dermatite atopica l'Acido gamma linoleNico. Si tratta di un refuso dell'articolo?

#2
Dr. Luigi Laino
Dr. Luigi Laino

Grazie del commento.
In realtà si tratta di un refuso/non-refuso;
spiego:
sebbene in questo particolare lavoro si evidenzi giustamente l'utilità dell'Acido linoleNico (omega-3), la storia dei supplementi alimentari in materia di EFA è assai più vasta.
L'Acido LINOLEICO (anch'esso costituente una parte importante degli EFA: Essential Fatty Acids - acidi grassi essenziali) è stato ampiamente studiato in associazione al decorso della Dermatite atopica; tale acido grasso essenziale (il termine essenziale specifica una sostanza che non può essere autoprodotta nell'organismo ma deve essere introdotta nella dieta) un EFA di tipo Omega-6 è capace di produrre un circolo virtuoso, sia nella composizione della barriera cutanea (la cui alterazione genera il "primum movens" della dermatite atopica, sia nell'innesco delle prostaglandine, molecole derivanti dalla cascata dell'acido arachidonico, le quali possiedono fra l'altro un forte potere antinfiammatorio.
L'interesse per l'Acido LINOLEICO è stato negli ultimi anni tale da erigerlo a principio attivo di molti cosmeceutici attivi nella Dermatite atopica, quindi non solo come addendum alimentare.
Altrettanto vasta pertanto è la bibliografia internazionale che paral anche di questo EFA di tipo omega-6 in corso di eczema atopico.
Grazie al nostro attento utente, per il contributo.

#3
Dr. Luigi Laino
Dr. Luigi Laino

Sfrutto il commento del nostro utente per meglio precisare che tipo di acido linolenico + gruppo di altri omega 3 è stato utilizzato:
si tratta di estratto di Ribes nero: Black currant; nell'estratto di questo frutto difatti esiste una spiccata attività corti-like di tipo antinfiammatoria e antiossidante, oltre ad essere un vero e proprio serbatoio di omega-3.

#4
Utente 420XXX
Utente 420XXX

Buon giorno vorrei fare una domanda, io ho un'eczema, e credo che sia la dermatite atopica, in pratica l'ho curato ma sono rimasti i segni, c'e' qualche possibilità di togliere questi segni da eczema? ( certe volte capita che mi viene un po di prurito ma non è niente di che), un'altra domanda, quante volte si dovrebbe fare la doccia? io la faccio 3 - 4 volte a settimana, generalmente sono brevi. chiedo aiuto grazie a chi risponderà saluti X

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Dermatologia e venereologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.