Diverticoli del colon: mesalazina e probiotici efficaci nel controllo della malattia

Dr. Felice CosentinoData pubblicazione: 23 ottobre 2013

E’ stato recentemente portato a termine uno studio multicentrico italiano sulla diverticolosi del colon con la conclusione che il trattamento ciclico con mesalazina e probiotici (Lactobacillus casei DG) risulta efficace nel controllo dei sintomi della malattia diverticolare e nella prevenzione della complicanza infiammatoria (diverticolite).

Per comprendere il concetto della patologia diverticolare è bene focalizzare alcuni concetti. La singola formazione si chiama diverticolo, mentre la situazione (anatomica) in cui si hanno i più diverticoli, in assenza di sintomi, si chiama diverticolosi.
Per malattia diverticolare si intende l’insieme delle manifestazioni cliniche connesse alla presenza di diverticoli. Quando tali sacche si infiammano si parla allora diverticolite.


Fig.1: a sinistra colon normale; al centro diverticoli di media dimensione; a destra ampi diverticoli.

La diverticolosi è presente in circa i 2/3 della popolazione adulta, ma solo il 20% dei pazienti sviluppa una malattia diverticolare e delle complicanze. L’obiettivo nei pazienti con “malattia diverticolare” è sempre stato quello di trovare soluzioni terapeutiche atte a controllare la sintomatologia e prevenire gli episodi di diverticolite. In passato alcuni lavori hanno dimostrato che il 56,6% dei pazienti trattati con rifaximina rimaneva asintomatico dopo 12 mesi di trattamento.

Studi recenti hanno rilevato che nei pazienti con malattia diverticolare è presente un moderato stato infiammatorio della mucosa e che la cronicizzazione di tale processo può comportare conseguenze sulla attività neuromuscolare del colon e, di conseguenza, sulla sintomatologia della diverticolosi. Tale concetto viene supportato dal fatto che la terapia con mesalazina migliora la sintomatologia e previene le recidive della malattia.

 
Fig.2: a sinistra una "colite" diverticolare; al centro e a destra esempi di diverticolite (si noti il pus nei diverticoli)

E’ stato anche dimostrato che nei pazienti con malattia diverticolare è spesso presente un’alterazione della microflora batterica intestinale (con riduzione dei batteri “buoni” ed incremento dei batteri patogeni) che può favorire l’avvio e la persistenza del processo infiammatorio della mucosa diverticolare. Per tali pazienti è stato proposto il trattamento con probiotici in modo da ripristinare il normale equilibrio della flora batterica.

Sfortunatamente le osservazioni fatte sopra vengono da studi non ottimali (ossia studi non confrontati con altre terapie o con placebo), mentre lo studio in oggetto risponde a criteri più scientifici (trial randomizzato confrontato con placebo) e conclude sull’efficacia della terapia combinata con mesalazina (800 mg 2 volte al giorno per 10 giorni) e Lactobacillus casei DG (1 dose di 24 miliardi di cellule vive al giorno per 10 giorni) nel controllo dei sintomi della malattia diverticolare e nella prevenzione della complicanza infiammatoria (diverticolite).

Ulteriori studi, concludono gli autori, sono comunque necessari per stabilire la dose ottimale dei due farmaci.

 

Per approfondire

Mesalazine and/or Probiotics in Maintaining Remission of Symptomatic Uncomplicated Diverticular Disease - A Double-blind, Randomised, Placebo-Controlled Study - Aliment Pharmacol Ther. 2013;38(7):741-751 - A. Tursi, G. Brandimarte, W. Elisei, et alii.

I diverticoli del colon. F. Cosentino su Medicitalia

La preparazione intestinale in colonscopia. F. Cosentino su Medicitalia

Autore

felice.cosentino
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1974 presso Università di Padova.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 24617.

27 commenti

#1
Utente 345XXX
Utente 345XXX

il mio medico insiste,nel mo caso della mia diverticolosi conclamata da una serie di analisi,

di prendere a cicli il rifacol.Tuttavia ho notato che il prodotto non procura alcun beneficio,

anzi aggiunge un aumento della stipsi che esacerba ancora di piu' il mio malanno.

L'uso dell'asacol,a tale scopo,puo' essere appropriato,anche se altri medici insistono

nel dire che l'asacol va preso quando c'e' una forte diarrea con dolore e sangue.

Quest'ultimo assunto non mi trova affatto convinto,perche' l'infiammazzione puo'

manifestarsi anche in altri modi.E ve lo scrive uno che non e' medico

#2
Utente 309XXX
Utente 309XXX

Io assumo il Rifacol quasi ogni mese. Non sempre previene il problema dei diverticoli infiammati. nel giorno di 2 anni ho avuto 3 attacchi, curati con antibiotici (Ciproxin Cp. 500mg) + Mesalazina+ Probiotici.) Per uscirne , la terapia va oltre i 10gg. e bisogna sempre seguire la dieta.

#3
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

In effetti la migliore protezione si ottiene con la mesalazina e i lattobacilli...

#4
Utente 309XXX
Utente 309XXX

Mesalazina+ Probiotici. Il medico di base mi ha consigliato l'assunzione di Mesalazina 800mg x 2 al dì. lontano dai pasti. Noto che il processo di guarigione con antibiotici ed i farmaci sopra indicati è lungo. Occorrono circa 10/15gg.

#5
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Ho 47 anni, Il mio medico per diverticoli del sigma e prevenzione, mi ha prescritto ogni primo giorno del mese: 5 gg di Normix 2x2 di, Mesavancol 1 cp al gg per 10 gg , bowel bustine per 10 gg tutto ogni mese. Volevo capire se va bene ugualmente 1 di Mesavancol per 10 gg anziche 2 di mesalazina da 800 Grazie

#6
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

La prevenzione è indicata solo se ha avuto un pregresso episodio di diverticolite acuta. Non viene fatta solo perché si hanno i diverticoli....

Cordialmente

#7
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Grazie del suo commento Dottor Cosentino, ma cosa si intende allora per diverticolite acuta? Quali sono i sintomi reali? Il mio medico e comunque anche il gastroenterologo palpandomi l'addome per il disturbo e moderato dolore in fossa iliaca sx mi a prescritto quella terapia ma io ho anche sempre mal di pancia e non sono convinto siano i diverticoli infiammati come dice il mio medico anche se 5 anni fa dalla colonscopia mi hanno trovato diverticolosi del sigma con lieve diverticolite. Comunque mi hanno anche prescritto un ecografia addome inferiore, fossa iliaca e anse intestinali e mi trattano il colon irritabile e i diverticoli ma come faccio a capire se sono realmente i diverticoli la causa dei miei disturbi? La ringrazio . Cordialmente.

#8
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

Comprendo, ma è difficile darle una risposta senza visita. A volte del semplice meteorismo addominale (su base alimentare) può simulare un dolore diverticolare. Ma serve una valutazione diretta.

Cordialmente

#9
Utente 451XXX
Utente 451XXX

La ringrazio dei suoi cortesi commenti, ieri ho eseguito ecografia anse intestinali e addome inferiore e l'eco in sintesi dice che l'intestino e normale, non ci sono inspessimenti o segni di flogosi e si apprezzano alcuni diverticoli nel sigma senza segni di flogosi. Secondo lei puo essere utile? Ha una certa tranquillita anche in fase di malessere intestinale? Perche ce chi dice che l'infiammazione diverticolare non si vede all'eco! Ma allora come si puo vedere ,non si puo fare una colon ogni anno o una Tac con contrasto piena di radiazioni. Cordialmente.

#10
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

Una ecografia ben fatta, come sembra la sua, mette in evidenza lo stato diverticolare che al momento mi sembra di tranquillità. Non starei a preoccuparmi e non farei terapie specifiche.

#11
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

Aggiungo che con la diverticolosi la dieta deve anche comprendere cibi con semi e semini (che non sono controindicati, ma che invece fanno bene...).

Cordialmente

#13
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Grazie mille per i suoi consigli e suggerimenti, e buone feste.

#14
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Mi scuso Dott Cosentino, le pongo un ultimo commento e spero qualcuno pubblichi qualcosa in merito perche non si trova nessuno studio in merito, ma un altro gastroenterologo alla mia domanda a risposto meglio di no, invece il mio gastroenterologo mi ha detto non ci sono problemi. Il nocciolo e questo, avendo reflusso gastrico, e cattiva digestione con colon irritabile, avendo i diverticoli si possono assumere i procinetici, esempio , metoclopramide o Levosulpiride come ho fatto e assunto fino ad oggi poi per paura che l'acellerazione potesse portare danno ai diverticoli non ho piu fatto? Grazie

#15
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

Nessuna influenza dei procinetici sui diverticoli.

Buone festività anche a lei.

#16
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Buonasera Dottor Cosentino ,inanzi tutto auguri di buon hanno nuovo. Volevo chiederle un ultimo parere ai commenti di cui prima ho fatto. Dato il persistere in fossa iliaca sx del fastidio sordo alla palpazione e a volte pungente, nonostante ecografia di controllo anse intestinali e diverticolosi nella norma, il medico oggi mi ha rivisitato l'addome e secondo lui sostiene siano i diverticoli o parte del colon infiammato. Pero dato che glie lo proposto anche io di fare ulteriori indagini, non ha voluto prescrivermi una Tac perche ha detto troppe rafiazioni e mi ha prescritto invece una RMN ADDOME INFERIORE E SCAVO PELVICO CON E SENZA MDC. Ora volevo chiederle dato che il mio medico non parla tantissimo, da questo esame cosa e quali organi si possono vedere, e soprattutto puo vedere diverticoli infiammati. Mi scusi delledomande ma essendo ipocondriaco ora sono un po pentito dell'approfondimento richiesto per paura di avere qualcosa di brutto. Grazie e buon hanno ancora.

#17
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

L'esame può fare informazioni utili sul colon e sull'eventuale stato infiammatorio dei diverticoli

Buon Anno

#18
Utente 451XXX
Utente 451XXX

La ringrazio della cortese risposta. Mi sorge pero una preoccupazione avendo letto su internet per caso, che molti mezzi di contrasto sono stati sospesi dall'unione europea, perche ritenuti dannosi per accumulo nel cervello, e mi chiedo se sia il caso a questo punto ,dato in passato gia avendo fatto due risonanze all'encefalo nel 2000 con mezzo di contrasto,fare adesso una risonanza addome inferiore con contrasto. Eventualmente per addome inferiore per dolore in fossa iliaca puo bastare senza contrasto? Eventualmente si puo chiedere al radiologo di somministrarlo solo se ritenuto strettamente necessario? Oppure attualmente si puo stare tranquilli.....Grazie
Grazie

#20
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Buongiorno dottor Cosentino, le posso postare l'esito della mia risonanza addominale? Grazie

#21
Utente 578XXX
Utente 578XXX

Buongiorno Dott. Cosentino, grazie per le indicazioni presenti in questo articolo.
Ho una diverticolosi diagnosticata nel 2012 dopo avere avuto un episodio di dolore acuto per diversi giorni giorni nella fossa Iliaca sx. Ecografia e successiva colonscopia hanno evidenziato diverticoli nel sigma e comunque diverticolite. Da allora la mia dieta è cambiata escludendo tutti quei cibi con semini, bibite gassate ecc.
Da allora non ho più avuto episodi così acuti (fastidio o dolore si, diverse volte al mese) fino al 26 dicembre scorso. La mattina il dolore ha iniziato a fasi sempre più forte. Sotto consiglio del medico di base ho preso il normix 200 2x3. Il 29 dicembre ho eseguito un ecoaddome che ha evidenziato alcuni diverticoli infiammati. Il 3 gennaio ho eseguito fatto un consulto con un gastroenterologo che m ha prescritto il pentacol 800 3 volte al giorno da prendere sempre (non a cicli). Il normix 200 2x2 una volta al mese (per 7gg) e a seguire vsl3 (probiotici) una bustina x10 gg.
Chiedo, il pentacol 800 preso 3 volte al giorno per sempre secondo lei va bene o ha osservazioni in merito ?

Grazio in anticipo per la risposta

#22
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Buongiorno questo e il referto della risonanza, lei cosa ne pensa?
Lindagine e stata condotta con scansioni multiplanari, mediante sequenze DVI, T1 e T2 pesate in condizioni basali e dopo somministrazione per endovena Mdc.

Si osserva diverticolosi del colon discendente distale e del sigma,in corrispondenza del quale le pareti appaiono lievemente ispessite, con maggior impregnazione contrastografica, in un quadro di flogosi acuta, senza segni sicuri di periviscerite.

Assenza di falde di versamento in scavo pelvico.
La vescica e discretamente repleta con pareti nette e lume libero.
Prostata con morfologia regolare e dimensioni T 43
Le vescichette seminali sono simmetriche
Non si osservano linfonodi ingranditi o con caratteristiche patologiche in scavo pelvico.

Il mio medico mi a prescritto 1 cp di Mesavancol per 2 mesi e Normix 2x2 x7 ogni mese ,oggi ho preso la prima di Mesavancol e gia ho mal di pancia, puo essere? Comunque cosa ne pensa della risonanza? Grazie

#23
Dr. Felice Cosentino
Dr. Felice Cosentino

La RMN evidenzia una diverticolite e la terapia è appropriata

Cordialmente

#24
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Grazie Dottor Cosentino Gentilissimo, un ultima precisazione, visto che la radiologa sulla RMN scrive quadro di flogosi acuta, ma i sintomi non sono cosi acuti ne ce presenza di febbre e diarrea, puo essere che la risonanza sia piu sensibile e veda ,diciamo tra virgolette a volte troppo ,oppure se e specificato cosi e da considerarsi veramente acuta. La ringrazio molto del suo tempo dedicatomi.

#26
Utente 451XXX
Utente 451XXX

Grazie, un ultima cosa, dato che navighiamo tra milioni di nomi di probiotici prebiotici e fermenti lattici vivi, non dico di fare pubblicita, ma chi soffre di diverticolite quale puo essere i fermenti lattici piu appropriati da assumere? Oppure contenente quali tipologia di ceppi? Grazie

#27
Utente 364XXX
Utente 364XXX

Buongiorno dottore,
ho letto in molto interesse il sua articolo.
A seguito di una gastroenterite a marzo 2020 perdurata per circa 10gg con conseguenza di calprotectina alta (120ug/g) e sangue occulto positivo (2 campioni su 3), a luglio 2020 ho eseguito colonscopia, gastroscopia (tutto ok), ed a ottobre 2020 esami approfonditi del sangue (VES, PCR, Emocromo, formula leucocitaria, ALT, AST, Gamma GT, Fosfatasi alcalina, Bilirubina totale e diretta, Alfa milasi, Lipasi, Colesterolo totale e hdl, CA19.9, CA125, CEA, sangue occulto, calprotectina fecale.

Tutti gli esami sono stati entro i valori tranne la calprotectina con valore di 282 ug/g (120ug/g valore elevato).

Le mie patologie possono riassumersi: gaviccioli emorroidali, diverticolosi, gastrite cronica, esofagite grado A, ernia iatale, utilizzo di c-pap per apnee notturne
Il gastroenterologo che mi segue mi aveva richiesto per marzo 2021 sangue occulto (non aveva ancora visto gli esami fortunatamente negativi e fatti il giorno prima della visita) e calprotectina; dandomi come cura:
- gaviscon advance tutte le sere prima di andare a dormire,
- normix 200mg 6 volte al mese,
- fermenti 6 volte al mese (dopo normix), Prendo prolife forte
- nexium 200mg 1cp al mattino 1 mese e poi 2 mesi di pausa.
- levopraid al bisogno
Questa cura a dire il vero mi ha dato miglioramenti e mi permane un pò di aria nella pancia ed un pò di eruttazione ed tensioni nella parte alta dell'addome (come se avessi fatto esercizi addominali).
Sono regolare quotidianamente, alcuni piccoli crampi nella parte bassa dell'addome passati con l'assunzione di Kijimea PRO, feci tipo 4/5 scala Bristol pur mangiando variegato con almeno 20grammi di fibre al giorno.

Purtroppo per questa Pandemia sono in una residenza diversa e mi sono recato da un altro gastroenterologo, che mi ha visitato e mi ha indicato come cura alternativa:
- Prolactis GG plus la mattina prima di colazione per 3 settimane (due bustine)
- Pentacol 800 1cp alle 11:00 ed 1cp alle 18:00 per 12 settimane
A suo parere l'intestino è libero da gas (anche io mi sono reso conto che con la cura dell'altro gastroenterologo sono migliorato... anche se non al 100%) e che tutto è riconducibile al colon irritabile; quindi bisogna togliere l'infiammazione.
Quindi mi rivedrebbe tra 3 mesi con solo la calprotectina
Sono molto molto confuso: Devo proseguire con la cura di prima o lasciare tutto e seguire le nuove indicazioni? E con le nuove indicazioni posso continuare assumendo kijimea pro e prolife forte?
Grazie

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche diverticoli 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati