L'uso del tapis roulant migliora la deambulazione nella malattia di parkinson

Dr. Rosario VecchioData pubblicazione: 16 aprile 2011Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2017

Secondo i risultati emersi da uno studio presentato all'American Accademy of Neurology che è in corso di svolgimento ad Honolulu (Hawaii) una leggera attività fisica eseguita con l'ausilio del tapis roulant permette di migliorare in modo significativo, nei pazienti affetti da malattia di Parkinson, la mobilità e il cammino.

Lo studio, condotto su 67 pazienti, ha comparato l'effetto sul miglioramento del cammino e sulla motilità di 3 diverse modalità di allenamento: il tapis roulant ad alta intensità, il tapis roulant a bassa intensità e lo stretching associato all'allenamento di resistenza eseguiti 3 volte la settimana per 3 mesi consecutivi.

I pazienti che avevano eseguito un training con tapis roulant a bassa intensità sono stati in grado di percorrere, al test della distanza percorsa a piedi in 6 minuti, un maggior numero di metri ad una maggiore velocità rispetto agli altri 2 gruppi.

Autore

r.vecchio
Dr. Rosario Vecchio Neurologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso università di Catania.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Catania tesserino n° 12833.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche parkinson 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Neurologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati