Chirurghi oculisti molto esperti e di fama mondiale si sono incontrati a Vienna per presentare innovazioni tecnologiche e confrontarsi sugli aspetti scientifici e professionali dell’oftalmologia in tutta Europa. 

Il Congresso annuale ESCRS 2018 è stato un avvenimento di grande valore scientifico ed ESCRS si conferma quale il punto di riferimento per la formazione di tutti i Medici Oculisti Europei.
L'enorme numero di presentazioni (3317), le 572 free papers, 201 presentazioni video, più le presentazioni dei Poster e i dibattiti nei vari Stand hanno rappresentato quest’anno "un vero momento" di approfondimento scientifico.

 

 

Il Congresso ESCRS 2018 a Vienna è stato suddiviso in vari sessioni e momenti, sempre dedicati a tematiche scientifiche sin dalle 7,00 del mattino e sino alle 19,00 la sera, con numerose aule impegnate contemporaneamente da Corsi e Confronti scientifici.

Vi sono stati anche diversi lunch time, la maggior parte dei quali dedicati alle innovazioni terapeutiche del dry eye (Lipiflow e Eye Light ad esempio), un ulteriore passo avanti oltre le lacrime artificiali (Evotears, Cationorm).

Ikervis collirio (Santen) si è confermato il farmaco di prima scelta nell'occhio secco di grado medio e severo.

 

 

Sono stati presentati numerosi nuovi strumenti dagli angio OCT ai nuovissimi Laser a femtosecondi che promettono un sistema di chirurgia refrattiva oltre la Relex Smile.

Ci sono stati molti Seminari per i giovani oculisti "YO", che hanno fornito un reale aggiornamento sullo stato dell’arte della diagnostica e della terapia di tutte le malattie oculari, maculari, retiniche e del Glaucoma 
Dal 22 al 26 settembre 2018: cinque giornate fitte di incontri, infinite sessioni di lavoro, il Meeting del Consiglio Direttivo AIMO, la microchirurgia in diretta, in onda da diverse sale operatorie viennesi.

 


Un ESCRS 2018 a Vienna è stato davvero un Congresso indimenticabile e con una profonda formazione specialistica.

Sono stati dedicati 3 ampi spazi all’area espositiva, per un aggiornamento ed un utile confronto sulle ultime news in termini di design, strumentazioni e di terapia laser e farmacologica.

Tra le ultime novità l'iniezione sovracoroidale di steroidi (CLS-TA 4,0 mg, 0,1 mL) che aumenterebbe la capacità visiva nei pazienti con edema maculare.

Pazienti affetti da edema maculare secondario a uveiti (non infettive) hanno ben tollerato l’iniezione iniezione sovracoroidale di steroidi (CLS-TA 4,0 mg, 0,1 mL).

Un recente studio ha valutato gli effetti di una singola iniezione sovracoroidale di triamcinolone acetonide (CLS-TA) in pazienti con edema maculare causato da una uveite non infettiva.

L'edema maculare è migliorato e si è ridotto nel gruppo di pazienti trattati con CLS-TA da 4 mg; il CST Central Subfield Thickness è diminuito di 135 micron dopo 1 mese dall’iniezione e di 164 micron dopo 2 mesi rispetto al gruppo di controllo.

Il gruppo di pazienti trattati con iniezione di triamcinolone acetonide (CLS-TA) da 4 mg ha avuto miglioramenti oggettivi davvero significativi dell'acuità visiva, con un guadagno di circa 9 lettere sull’ottotipo della scala ETDRS dopo 2 mesi dal trattamento.

Questi risultati suggeriscono che la somministrazione sovracoroidale di corticosteroidi può essere un trattamento di sicura efficacia per l'edema maculare post-uveitico, soprattutto perchè questa nuova via di somministrazione evita ai nostri occhi gli effetti collaterali avversi, tipici degli steroidi come cataratta e glaucoma.

 

 

 

Logo medicitalia.it