Nuova speranza per il Disturbo Ossessivo-Compulsivo

Dr. Vassilis MartiadisData pubblicazione: 08 giugno 2013

La ketamina, farmaco ad uso anestetico, meglio noto come sostanza d’abuso, sta stimolando numerosi studi in ambito psichiatrico sulla base della sua capacità di antagonizzare i recettori NMDA del glutammato, uno dei più diffusi neurotrasmettitori e alla base di numerose funzioni cognitive.

L’ultimo studio, in ordine cronologico è stato presentato al meeting annuale della American Psychiatric Association, il 19 maggio 2013 a San Francisco (USA).

Un gruppo di ricercatori della Columbia University (New York, USA), guidati dalla Dott.ssa Carolyn Rodriguez, ha testato l’efficacia dell’ infusione endovenosa di ketamina in pazienti con disturbo ossessivo-compulsivo. Lo studio ha incluso 15 pazienti, non in trattamento farmacologico o psicoterapico: i pazienti sono stati trattati con un’infusione endovenosa di ketamina, seguita, una settimana dopo, da un infusione endovenosa di soluzione salina (placebo), oppure con l’ordine inverso, ossia prima la soluzione placebo e una settimana dopo con la soluzione di ketamina.

I risultati dello studio evidenziano che il 50% dei pazienti ha mostrato una riduzione dei sintomi ossessivi superiore al 35%, soglia ritenuta indicativa per definire una risposta clinica positiva, dopo 7 giorni dall’infusione di ketamina e non dopo l’infusione di placebo.

Gli autori suggeriscono che i risultati incoraggianti stimolano verso ulteriori ricerche e verso ulteriori studi con un maggior numero di pazienti, sia per meglio comprendere i meccanismi patofisiologici alla base del disturbo ossessivo-compulsivo, in cui è fortemente coinvolto anche il sistema glutammatergico, sia per sviluppare eventuali strategie terapeutiche, di supporto a quelle tradizionali, che possano garantire una efficace risposta terapeutica sin dai primi giorni di trattamento, senza dover necessariamente attendere molte settimane.

Fonte: The American Psychiatric Association's 2013 Annual Meeting. Abstract NR4-01. Presentato 19/05/2013

[Da leggere:

tutto sull'ansiaTutto sull'ansia

Fobia sociale ed ansia

Il disturbo borderline

Dallo stress all'ansia

Depotenziare le ossessioni

Ansia e mal di testa

Tutto sul disturbo bipolare

Autore

v.martiadis
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2000 presso Università di Napoli SUN.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Napoli tesserino n° 39851.

1 commenti

#1
Utente 611XXX
Utente 611XXX

Io invece dico che una soluzione e'la Psicoterapia fatta con uno Psichiatra feroce.Quando uno Psichiatra e'feroce e senza nessuna pieta'ossessiona e assedia un ossessivo.Far impazzire un pazzo equivale a sanarlo.Il Doc io l'ho vissuto e quando scolli Io e Oggetto hai un dolore psicogeno molto forte perdendo il Trauma che lo ha generato.Io mi sentivo il contenitore della distruzione di qualcosa ma nn nn sapevo di cosa e chi ha il Doc lo cerca incessantemente.Un buon psichiatra viso a viso ti scolla e ti fa percepire come il tuo Corpo lo proietti in chi hai davanti l'Io cerca un Oggetto appena il Terapeuta ti aggredisce poi l'oggetto viene distrutto dalla violenza terapeutica e resta solo la tua Coscienza fermo restando che il Terapeuta dira'sempre che sei Tu ovvero che la responsabilita'e'tua fino a farti sentire un Contenitore di Significati senza significato.Distruggendo la tua Ragione il Terapeuta crea uno shock talmente forte nel paziente da ridefinire le distanze psichiche in modo plastico cioe' stretto strettissimo e distante a seconda del contesto.Posso dire che chi ha il Doc si sente come nel mirino di un Cacciatore(Controllo)e cerca incessantemente questo oggetto(ha paura di essere colpito e distrutto).E'tutto inconscio e di riflesso ma se lo Psichiatra e'sufficientemente allenato a essere un animale in Terapia ti scolla dal disturbo.E'un viaggio molto simile a chi fa ingresso in un circolo massonico.Fa malissimo e'dolorosissimo ma ti struttura un punto psichico che chi ha il Doc non possiede.Il rischio di diventare bipolare c'e'ma e'un rischio da correre.E'un elettroshock che magicamente ricostruisce il sistema nervoso.Sembrano insopportabili gli psichiatri ma funzionano.Gli psicologi non agiscono cosi'sono meno violenti meno aggressivi ma e'l'unico modo per differenziarsi e avere una propria corporeita'e un proprio punto.Il Doc si puo'sconfiggere ma servono Psichiatri durissimi pronti a renderti una larva.Il resto lo fa il sistema nervoso quando la persona supera il suo limite di tolleranza.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche ossessivo 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psichiatria?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio