Utente
Salve,
sono un ragazzo di 23 anni e da qualche mese ho qualche problema. Tutto e’ “nato” qualche mese fa quando in una serata buia e ventosa mi sono appartato in macchina con la mia ragazza; quel vento mi faceva paura sia a me sia a lei.
Pensavo potesse venire qualcuno. La mattina dopo mi sono alzato credendo di aver pensato la sera prima che la persona cattiva che avevo paura potesse venire ero io. Sono stato in panico una settimana. Poi piano piano mi sono recuperato capendo che il fatto che se mi da noia cosi’ solo il pensiero non posso impazzire e credere di potere diventare cattivo; si lo so e’ assurdo ma questo pensiero ha intaccato la mia pu’ grande sicurezza a voglia, quella di vivere per aiutare le persone. E’ tutto assurdo ma credo che da quel momento ho cominciato ad avere nell’arco di giornate stordimenti della testa tipo giramenti, avvolte male alle tempie, vista sfocata; e’ tanto che ormai sono all’80% ma non riesco a tornare al max. Tra mal di testa improvvisi dovuti ad emozioni (io sempre al centro dell’attenzione e scherzoso, leader a calcio avvolte non so reagire) e incubi ad occhi aperti che non fanno parte di me ma non so evitarli (non gli do importanza) non so che fare…forse passa da se ma mi sento sempre un po agitato e non so piu’ rilassarmi come ci fosse sempre qualcosa a rincorrermi o ad evitare di rilassarmi. Faccio mille cose e avrei bisogno di una vacanza ma ho pochi soldi e quindi sono sempre di corsa… devo finire ingegneria , lavorare ecc… insomma un casino… che mi consigliate? Grazie
Non so a chi mi devo rivolgere o se passa da se.. grazie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

il primo passo da fare e' rivolgersi al proprio medico di famiglia sia per spiegare la situazione sia per farsi indirizzare verso uno specialista neurologo del centro cefalee della sua citta'.
Questo e' l'inizio per valutare il suo mal di testa ed eventualmente escludere cause responsabili di tale quadro.
Quando dovessero essere escluse cause organiche sarebbe il caso di rivolgersi ad uno psichiatra per instaurare una adeguata terapia ed eventualmente porre un passo per una eventuale psicoterapia.
E' pero' fondamentale escludere le cause organiche del problema.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Daniel Bulla

52% attività
16% attualità
20% socialità
CREMA (CR)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
gentile Utente,
capisco la sua paura. Mi sento di condividere pienamente il parere del Collega Ruggiero: escludiamo prima l'eventuale origine medica dei suoi disturbi. Nel frattempo può comunque rivolgersi ad uno psicologo, anche solo per un colloquio, per poter meglio parlare delle sue ansie e paure. Ma si rivolga al medico di famiglia in primis e si faccia consigliare quali visite specialistiche dovrà intraprendere.

Cordialmente

Daniel Bulla
Cordialmente

Daniel Bulla

[#3]  
Dr.ssa Flavia Ilaria Passoni

24% attività
0% attualità
12% socialità
CARNATE (MB)
ARCORE (MB)
MONTICELLO BRIANZA (LC)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
la richiesta di approfondimenti specilaistici attraverso il suo medico di base è davvero il primo passo da compiere. L'individiduazione di possibili cause organiche ( o la relativa esclusione) indicherà infatti il successivo modo di procedere: la sintomatologia che descrivi è infatti si di tipo somatico (giramenti di testa, vista sfuocata, iperattivazione) sia a carico dell'assetto cognitivo e del funzionamento del pensiero (stato confusionale, senso di assurdità,incubi a occhi aperti, pensieri ricorrenti); in tal caso la disunzione organica sarebbe sufficiente a spiegare l'intera sintomatologia e ne conseguirebbe un intervento farmacologico appropriato. Viceversa si rende invece necessaria la richesta di un parere psichiatrico per esplorare più a fondo la sintomatologia, formulare una psicodiagnosi e impostare un piano terpaeutico individuale. Anch'io tuttavia mi sento di consigliarti comunque un consulto preventivo con uno psicologo: servirebbe quantomeno a tranquillarzi e a fare il punto di situazione in questa fase di attesa di accertamenti organici. Da non sottovalutare infine l'attuale situazione che dici di vivere attualmente di forte stress, mancanza du riposo e preoccupazione-tensione.

Con i migliori auguri

F.I.Passoni
studiopsicologia1@libero.it
F.I.Passoni
Dir. di SYNESIS, Centro di Consulenza Psicologica, Psicoterapia & Ipnosi Clinica

studiopsicologia@hotmail.it

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

a mio parere rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta, potrebbe al momento distoglierla dal perseguire il fine di svolgere esami clinici dai quali deve risultare tutto negativo.
Per questo motivo mi sento in dovere di spingerla ad intraprendere per prima la strada della valutazione clinica organica.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente
Salve...
quali sono gli esami da effettuare per escludere cause organiche? Io sono pero' quasi sicuro che tutto mi sia venuto per pensieri assurdi che mi facevano male.. non capisco pero' come posso sconfiggere il tutto.. ora i pensieri non mi fanno piu' male non gli do importanza perche' cerrto non mi fo rovinare la vita dai pensieri... ok essere sensibili.. puo' essere anche un pregio...ma non devo esagerare..
pero' non so che devo fare quando tutto sembra finito mi ritornano mal di testa..stordimento, nodo allagola sento freddo sul viso avvolte mi briciano i bracci... insomma non sempre la stessa cosa.. e' strano... sono triste perche' ho paura di non tornare a vivere normalmente...mi dicano lotta lotta ma contro chi? io ci metto il mio massimo impegno e vivo la mia vita bene perche' amo la vita nonstante tutto e sono felice della mia vita..manon posso mentire a me stesso...c'e' qualcosa che non va e voglio scoprire cosa e'.

grazie

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

gli esami da effettuare devono essere consigliati dal suo medico di famiglia dopo una accurata anamnesi.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#7]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
anche se in questa sede potremmo ipotizzare qualche elemento diagnostico, ritengo che sia il momento di chiedere un consulto con lo specialista psichiatra e fugare i dubbi che lei ha e che fanno parte del suo stesso disturbo...
Cari saluti
Silvio Presta

www.silvio-presta-psichiatra.tk
Silvio Presta

[#8] dopo  
Utente
Salve solo una informazione... ma se ho un disturbo come si cura? Io i medicinali non posso prenderli devo essere lucido devo studiare e lavorare... ma anche uno psicologo io sento gente che e' due anni che vanno in terapia.. io avrei voglia di una soluzione veloce anche perche' sinceramente sto bene...ho solo qualche fastidio... poi non e' che ho molti soldi chissa quanti soldi ci vogliono per farsi visitare o fare terapia...

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

la sua perseverazione assume aspetti preoccupanti del suo problema.
Come gia' indicato senza ombra di dubbio e' stato invitato dal sottoscritto a rivolgersi al suo medico di famiglia per ottenere un indirizzamento verso i servizi pubblici della sua zona.
Sia per diagnosi differenziale sia per una valutazione psichiatrica.
Qualunque altra affermazione in merito ad una possibile diagnosi via web e' superflua e senza senso.
Ho gia' espresso disapprovazione per lo psicologo in quanto e' molto probabile che il suo disturbo sia di pertinenza strettamente psichiatrica.
E' inutile chiedere altri chiarimenti in merito, il suo medico di famiglia la indirizzera' al meglio.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#10]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente, sono in accordo con i pareri precedenti.
Cordialmente
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com