Droga, perchè è così difficile uscirne?

Dr. Armando De VincentiisData pubblicazione: 08 marzo 2021

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

La dipendenza dalle droghe è di origine multifattoriale: non esiste un'unica causa che induca una persona a fare uso di sostanze stupefacenti. Fattori personali, familiari e addirittura culturali possono essere alla base di questa problematica e un unico tipo di intervento non è sufficiente per affrontarla, né con la forza o la coercizione, come alcuni ritengono, né con una terapia rivolta prettamente al singolo.

La tossicodipendenza non è, come alcuni credono, l'espressione di un vizio personale o un puro atto trasgressivo, ma una patologia che coinvolge l'intero sistema emotivo e familiare di un individuo. Ma quale tipo di patologie di fondo ritroviamo in un tossicodipendente?

Affrontiamo il problema in questo video:

Autore

a.devincentiis
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta

Laureato in Psicologia nel 1996 presso Università La sapienza di Roma .
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia tesserino n° 1371.

2 commenti

#1
Utente 384XXX
Utente 384XXX

la mia opinione che è un errore da parte dei serd che anche sù dipendenze lievi da eroina usano come terapia subito e solo il metadone che non è altro che un tampone senza lavorare sui problemi psicologici e rendendoli assuefatti per lungo tempo col meta a dosaggi da cavallo....è vero che è il metodo più sbigativo ed evita al tossico di fare reati per procurarsi la dose...ma col prezzo di redere schiavo a vita la persona...perchè poi toglierlo è rarissimo arrivare a farlo...anche le cliniche te lo levano ma ti dimettono in uno stato sofferente con ricadute...uguale nelle comunità molti scappano per la lunga insonnia e disturbi correlati alla dipendenza...

#2

per questo, come affermato nel video, è sempre utile un intervento multidisciplinare che non può fare a meno di sostegno psicologico

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.