L'acido acetil-salicilico a basso dosaggio protegge dal tumore della prostata

Dr. Paolo PianaData pubblicazione: 23 maggio 2016Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2016

Un interessante studio osservazionale retrospettivo italiano recentemente pubblicato sull'International Journal of Cancer afferma che l'assunzione continuativa per almeno 5 anni di acido salicilico (ASA) a dosi di 75-100 mg ridurrebbe del 64% l'incidenza di tumore della prostata. Lo studio è stato compiuto con il patrocinio della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), in collaborazione con la Federazione Associazioni Dirigenti Ospedalieri (FADOI) e la Associazione Medici Diabetologi (AMD). I dati sono stati estrapolati utilizzando i database "Health Search" gestiti da queste istituzioni.

E' nota da tempo l'azione protettiva dell'ASA nei confronti di alcuni adeno-carcinomi (es. del colon-retto) ed altri tumori, mentre i risultati di altri studi preliminari diretti al tumore della prostata sono scarsi e discordanti. E' stata dunque valutata retrospettivamente una popolazione di 13453 soggetti che hanno assunto ASA almeno due volte la settimana. La riduzione dell'incicidenza del tumore della prostata inizia ad essere evidente a tempi superiori ai 5 anni, mentre è insignificante per periodi minori.

I risultati di questo studio, se ulteriormente confermati, potrebbero portare a proporre questo tipo di terapia profilattica in quei sogggetti in cui il rischio di tumore prostatico è particolarmente elevato (es. familiarità, razza nero-americana, riscontro di lesioni pre-cancerose).

 

Lapi F, Levi M, Simonetti M, et al. Risk of prostate cancer in low-dose aspirin users: A retrospective cohort study. Int J Cancer, 2016;139(1):205-11.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26915905

Autore

p.piana
Dr. Paolo Piana Urologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1984 presso Università Torino.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Torino tesserino n° 13206.

15 commenti

#1
Ex utente
Ex utente

http://www.my-personaltrainer.it/farmaci/aspirina.html

Buongiorno Dr. Paolo Piana, augurandomi il Consenso vorrei indicare brevemente quello che ho capito in seguito ad una ricerca sulle cause delle malattie tumorali e altre malattie degenerative.
Lo studio che ha pubblicato suggerisce la protettività che si ottiene verso il tumore alla prostata e altri tipi di tumore assumendo regolarmente il farmaco Aspirina.
Dovremmo però riflettere su una realtà non ancora studiata dai Ricercatori e i Medici, infatti, non si è ancora considerato che, come sappiamo, l'Aspirina contiene l'Acido Acetilsalicilico, che è una sostanza Vasodilatatrice, per merito della quale AUMENTA la Circolazione del sangue e soprattutto dell'ossigeno Disciolto e Paramagnetico, i cui livelli sono indicati dalla pO2 arteriosa.
Dr. Paolo Piana, sarebbe necessaria un'altra riflessione la quale potrà essere risolutiva nel capire le cause che provocano l'insorgenza delle malattie degenerative.
Accertando che veramente l'unico meccanismo di azione dell'Aspirina è la Vasodilatazione, possiamo capire che, il cancro è causato dalle VASOCOSTRIZIONI Localizzate nelle piccole arterie, che si verificano per varie cause, le più importante delle quali sono: il tabagismo, l'eccessivo alcol, l'alimentazione con troppi grassi di origine animale e povera di Sostanze Vegetali Vasoattive, lo scarso apporto di acqua bevuta, l'insufficiente attività fisica aerobica, e altre cause.
Possiamo capire quindi che assumendo regolarmente le sostanze vasodilatatrici come per esempio l'Aspirina preveniamo in una certa percentuale i tumori.
Dr. Paolo, lo studio più importante che non è ancora stato fatto è quindi il seguente: l'Ossigeno Disciolto nel sangue è Paramagnetico, e non è utilizzato per la ossigenazione cellulare, questa funzionalità è dovuta alla Ossiemoglobina, la quale è presente nel sangue in grande quantità, circa il 97-98% del totale della ossigenazione sanguigna, quindi vista la grande quantità una eventuale carenza transitoria di Ossiemoglobina non causa danni alle cellule.
Però, come ho scritto sopra, nel sangue c'è anche l'Ossigeno Disciolto, presente in minima quantità, circa l'1-2% della intera ossigenazione, e soprattutto NON E' ANCORA STATA STUDIATA LA VERA FUNZIONALITA' dell'Ossigeno Disciolto, il quale essendo Paramagnetico, irradia nel sangue l'Energia Elettrochimica indispensabile per consentire, insieme all'Idrogeno, gli Elettroliti (ioni sodio potassio ecc) le Membrane Cellulari Polarizzate, la generazione dei Potenziali d'Azione (potenziali elettrici di membrana) i quali determinano tutte le Attività Cerebrali, Cardiache, e Muscolari, consentendo quindi l'Energia Vitale per tutti gli Organi del Corpo.
Per questo motivo, in presenza di Vasocostrizione si riducono tutti i componenti del sangue, riducendosi soprattutto l'Ossigeno Disciolto Paramagnetico, causando la mancata energia elettrochimica prodotta dal paramagnetismo dell'O2 irradiato nel sangue, provocando in questo modo la disattivazione delle membrane cellulari polarizzate, causando conseguentemente il deterioramento cellulare che si riscontra nel cancro.
Per questo motivo assumendo regolarmente Aspirina (acido acetilsalicilico) o altre Sostanze Vasodilatatrici, per esempio tutte le vitamine, le spezie, e altre sostanze vasoattive, si impediscono le Rischiose Vasocostrizioni prevenendo in questo modo con variabile percentuale i tumori.
Dr. Paolo Piana, una Sua riflessione e un controllo su quanto da me scritto può essere risolutivo per indicare come si prevengono o eventualmente si curano i tumori.
I più Cordiali Saluti
Pino Fronzi

#2
Dr. Paolo Piana
Dr. Paolo Piana

Non ci pare questo il luogo per affrontare un argomento così ampio, che comunque trascende le nostre competenze di specialisti in urologia. L'unico scopo che ci si propone qui è quello di segnalare i risultati di un interessante studio scientifico, tra l'altro condotto in Italia. Siamo comunque ancora molto lontani dal poter trarre delle conclusioni di carattere generale.

#3
Ex utente
Ex utente

Grazie per la risposta Dr. Paolo Piana, sono d'accordo con Lei, i Medici del Forum non hanno compiti che riguardano la Ricerca, ma una Sua indicazione ai Ricercatori Italiani i quali hanno riscontrato una certa percentuale di prevenzione verso il tumore della prostata assumendo regolarmente il farmaco Aspirina il cui meccanismo di azione terapeutica facilmente verificabile è la Vasodilatazione, sarà risolutivo per far decidere ai Ricercatori, un controllo che riguarda la prevenzione che otteniamo verso i tumori assumendo giornalmente le Sostanze Vasoattive-Vasodilatatrici contenute principalmente negli Alimenti e in altre Sostanze Vegetali.
Grazie

#4
Utente 392XXX
Utente 392XXX

Erg.Dott. Piana
L'aspirina può funzionare anche per una malattia già in atto?
Ho 75 anni e dopo una Prostatecto mia effettuata nel 1998 e un psa ad oggi di 0,86, ho fatto un esame Pet-tv con PSMA 68Ga che ha rilevato una zona di assorbimento de radiofarmaco in branca iliaca dx.
Grazie per la sua attenzione e cordiali saluti.

#5
Dr. Paolo Piana
Dr. Paolo Piana

Prima di tutto si tratta solo di una ipotesi e comunque limitata alle possibilità protettive nei confronti dell'insorgenza di tumori, certamente non curative nei confronti di tumori già in atto o loro recidive. Per quanto riguarda il suo caso, ci pare che il PSA sia comunque ancora troppo basso per giustificare una localizzazione secodaria ossea. E' probabile comunque che i suoi Curanti le facciano eseguire una scintigrafia ossea.

#6
Utente 499XXX
Utente 499XXX

Buona serata dottore Piana

#7
Utente 499XXX
Utente 499XXX

Volevo un consiglio ho tantissimo tessuto apidoso sul pene mi da fastidio che mi consiglia

#9
Utente 392XXX
Utente 392XXX

Erg. Dott.Piana
nell'ultimo esame il PSA è salito a 1,03.
L'urologo mi ha consigliato una scintigrafia, l'oncologo una RM con m.d.c.- considerando che ho già fatto una PET /TC- PSMA e 5 lastre RX addome e bacino negli ultimi 3 mesi, e considerando eventuali effetti collaterali possibili col m.d.c. della RM, quale dei due esami mi consiglia di fare nella mia attuale situazione??
La ringrazio per la sua sempre cortese disponibilità e la saluto cordialmente.

#10
Dr. Paolo Piana
Dr. Paolo Piana

Non è questo il luogo adatto per discutere un caso clinico. Se lo desidera, apra la richiesta di consulto.

#11
Utente 392XXX
Utente 392XXX

Egr. Dott. Piana
Non so come si fa ad aprire una richiesta di consulto né come si svolge né se è a pagamento o gratuita!!
Se potessi avere qualche indicazione più precisa le sarei molto grato.
Grazie per l'attenzione che vorrà dare alle mie richieste e la saluto cordialmente!!!

#13
Utente 521XXX
Utente 521XXX

Buona sera, dottore io quando vado al bagno la prima pipì che esce è bianca (bianco latte) con bruciore...poi esce normale limpida,l'urina è torbida.
Gentilmente aspetto vostre info grazie.

#14
Dr. Paolo Piana
Dr. Paolo Piana

Non è questo il luogo adatto per discutere un caso clinico. Se lo desidera, apra la richiesta di consulto.
I consulti su Medicitalia sono ovviamente gratuiti. Può accedere facilmente alla sezione apposita ... CONSULTI / CHIEDI UN CONSULTO + oppure tramite questo collegamento:

https://www.medicitalia.it/consulti/nuovo-consulto.php

#15
Utente 580XXX
Utente 580XXX

Scusate ma devo necessariamente comunicare che quanto detto dal dott. Piana in merito all’assunzione di Aspirina è in base alla mia esperienza personale VERITÀ!
Non ci sono prove dell’effetiva efficacia!
Io non sono un medico e nemmeno ho capito completamente il trattato dell’utente che ha spiegato il ruolo anti-tumorale dell’aspirina.
Ho esperienza personale di qualcuno che per 15 anni ha assunto aspirina e ha sviluppato tumori.
Mi permetto di dire a chi vuol fare il professorone spacciando pseudo verità su un argomento tanto doloroso e pauroso per molti, di astenersi dal diffondere notizie non attendibili.
Grazie

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche prostata 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Urologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati