Una terapia che consenta

buongiorno,
mio marito ha 45 anni e da 5 anni soffre di disfunzione erettile, nel senso che non riesce a mantenerla per la penetrazione, ormai non riesce piu' ad avere una eiaculazione da 5 anni. Io lo aiuto cercando di farlo stare tranquillo e non gli faccio pesare la cosa, purtroppo ormai e' entrato in un circolo vizioso e non abbiamo piu' rapporti per paura dell'ennesimo fallimento.
Mio marito soffre di pressione alta e assume farmaci da 15 anni inoltre ha una cardiopatia al 1° stadio, il medico gli ha detto che a lungo andare questi farmaci danno impotenza, esiste una terapia che consenta di tenere la pressione sotto controllo ed essere contemporaneamente un uomo? Quali controlli deve fare? grazie

[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Cara lettrice,
per poterle rispondere in modo esatto e preciso alla sua domanda bisogna avere presente tutto il quadro clinico di suo marito e conoscere esattamente che tipo di terapia "cardiologica" è attualmente in corso. Per avere poi più informazioni dettagliate su queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo: https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-quando-l-erezione-e-difficile-o-non-c-e-che-cosa-fare.html .
Comunque , a questo punto , senza tergiversare oltre , vi consiglio di consultare un esperto andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
Dr. Stefano Garbolino Psichiatra, Psicoterapeuta, Sessuologo 2,5k 36 3
Gentile utente,
in accordo con il collega le consiglio una valutazione specifica presso un medico specializzato in Sessuologia.
Cordialmente

Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#3]
dopo
Utente
Utente
grazie per le risposte,
la cardiopatia gli e' stata diagnosticata di recente durante l'ultima visita medica al lavoro e mio marito e' in attesa di fare la 1° visita cardiologica, il medico del lavoro ha parlato di "affaticamento del cuore" dovuto alla pressione alta al fumo e a circa 10 kg di sovrappeso accumulati in anni di disordini alimentari dovuti al lavoro che fa. Consulteremo sicuramente un andrologo, ditemi che e' un problema che si puo' risolvere, vorrei avere un figlio!
[#4]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Cara lettrice ,
in quest'ottica cominci a consigliare a suo marito di smettere con il fumo di sigaretta, iniziare una dieta bilanciata studiata con il cardiologo e di eliminare il più possibile tutti i fattori che possono procurare stress.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#5]
dopo
Utente
Utente
ci provo tutti i giorni ma con scarsi risultati purtroppo, comunque ho intenzione di accompagnarlo di persona sia dal cardiologo che dall'andrologo come si fa con i bambini piccoli. Grazie

Cordiali Saluti
[#6]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Forse è l'atteggiamento più giusto. Stia comunque attenta a non essere troppo aggressiva, per evitare conseguenze sul vostro rapporto complessivo di coppia.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#7]
dopo
Utente
Utente
le assicuro che mi sono posta anche questo problema, evito di essere aggressiva anzi cerco di essere molto paziente, purtroppo con mio marito spesso devo fare la mamma e prendere io l'iniziativa per risolvere i problemi, mi interessa soprattutto la sua salute visto che lui tende a trascurarla, grazie di nuovo

cordiali saluti
[#8]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Bene , sia protettiva ma non troppo. Questo generalmente è l'atteggiamento più costruttivo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#9]
Prof. Giovanni Martino Andrologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 4,3k 23
Gentile Utente,
"affaticamento del Cuore"? E che significa in termini Medici? Sono espressioni che fino a 20 anni fa si sentivano nei mercati o dall'estetista... No,non va proprio bene
Io direi che più che consultare un Andrologo, in questo momento Lei dovrebbe consigliare al Suo compagno di sottoporsi ad un controllo cardiologico serio. Occorre che il Collega traduca il termine "affaticamento del cuore" in una diagnosi, in una terapia realmente necessaria, in una prognosi ed in una classe di rischio. Solo dopo tutto questo sarà il caso di consultare l'Andrologo. E tnga presente che risolvere, speriamo presto e bene, il problema della disfunzione erettile non significa "procreare". Lo stato di fertlità del Suo compagno e, aggiungo, della Vostra coppia dipende da molti altri fattori. Il Vostro obbiettivo dovrebbe essere al momento quello della riconquista della Vostra serenità sessuale.
Ci tenga informati se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO

Prof. Giovanni MARTINO
giovanni.martino@uniroma1.it

[#10]
dopo
Utente
Utente
in effetti il problema e' nato proprio per una mancanza di serenita' sessuale e non escludo che ci possano essere responsabilita' anche da parte mia. Solo successivamente, parlando col mio medico di base dei problemi di pressione alta di mio marito e della sua cardiopatia iniziale e' nata la necessita' di consultare, prima un cardiologo e poi un andrologo. Di certo bisogna andare per gradi, prima vediamo come sta il suo cuore e poi vediamo se c'é qualcosa che non va tra noi anche dal punto di vista psicologico. "Affaticamento del cuore"? Credo che intendesse che deve andare dal cardiologo, altro non so.....


grazie
[#11]
Prof. Giovanni Martino Andrologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 4,3k 23
Gentile Utente,
si, vedo che ci siamo capiti :)
Ancora un caro saluto
Prof. Giovanni MARTINO
[#12]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Cara lettrice ,
molto spesso noi medici, per farci capire usiamo espressioni semplici e non sempre "esatte", ed infatti vedo che lei ha perfettamente capito il senso delle affermazioni del collega, specialista in medicina del lavoro, che avevate consultato.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#13]
Prof. Giovanni Martino Andrologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 4,3k 23
Gentile Utente,
:)
credo che Lei abbia molto più buon senso di Colleghi che ancora si esprimono come se davanti avessero non due Persone di 45 anni ma due adolescenti. "Affaticamento del cuore", "pressione ballerina", "il cuore stanco perchè ha amato troppo", "il suo cuore ha fretta di arrivare" ...ed altre amenità del genere.
Lasci perdere e accompagni Suo marito da un Cardiologo che sappia fare una diagnosi. Nella Sua città vi sono centri Cardiologici Pubblici Universitari od Ospedalieri di eccellenza.
Poi si affronterà il problema andrologico.
Ancora un affettuoso saluto ad entrambi.
Prof. Giovanni MARTINO
[#14]
dopo
Utente
Utente
egregi dottori,
grazie anche per avermi fatto sorridere

cordiali saluti
[#15]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Sdrammatizzare in alcuni casi può essere utile. Appena possibile ci fornisca sue nuove.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#16]
dopo
Utente
Utente
vi farò sapere, a presto
[#17]
Prof. Giovanni Martino Andrologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 4,3k 23
Gentile Utente,
un sorriso non ha prezzo nè eguali.
Grazie.
Affettuosi auguri per un sereno Natale ed un felicissimo Nuovo Annco, con tutto ciò che desidera
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO
[#18]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Anch'io mi associo e le faccio tanti auguri per un felice anno nuovo ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#19]
dopo
Utente
Utente
Buon Natale anche a Voi

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio