Testicolo ballerino?

Buongiorno dottore. Sono un ragazzi di 21. Circa 3 mesi fa durante un allenamento in palestra sentii un fastidio nella parte del basso ventre lato destro fino all’ inguine, stesso lato. Più precisamente stavo eseguendo il leg extension con un peso abbastanza elevato. Finito l’ esercizio non avvertii nessun fastidio e quindi tornai tranquillamente a casa. I problemi sono sorti l’ indomani mattina. Appena sveglio ho avvertito un dolore tremendo che addirittura credevo venisse dalla schiena. Dopo qualche istante ho capito che il dolore non proveniva dalla schiena ma dal testicolo destro. Riuscivo a camminare a fatica per i dolori lancinanti. Preoccupato sono andato dal mio medico di famiglia (urologo). Dopo la visita quindi tutte le palpazioni di rito mi disse che non si avvertivano ernie ne tantomeno masse sospette al tatto. Detto questo mi ha prescritto il fortilase dicendo che il dolore così acuto era provocato da un muscolo. Da precisare che il testicolo era dolente solo in un punto, nella parte più in basso. Come detto in precedenza questo triste episodio è accaduto tre mesi fa. Da quel momento non mi sono più ripreso, non provo più quel dolore lancinante ma un dolore ad intermittenza dettato dalla quantità di stress che subisce il testicolo. Ad esempio pantaloni stretti, stare molto tempo seduto lunghe camminate e anche stare coricato su un fianco, sono dolori che si estendono alla parte bassa dell' addome sempre lato destro. Leggendo i numerosi consulti ho fatto caso che io da sempre ho avuto un problema a cui non ho fatto mai caso. Io faccio trekkin e ogni volta dopo un due ora di cammino comincio a sentire dolore nei testicoli e nel basso ventre. E pensandoci qualche volta ho notato che i testicoli specie se c’è freddo sono quasi assenti. 2 giorni fa sono tornato dal mio dottore e mi ha detto che sono questi muscoli che mi danno questi problemi e mi ha detto che molto spesso sono influenzati dal nervosismo. E che probabilmente ho i testicoli ballerini. Mi ha detto che se non mi convinceva la sua teoria o cmq il dolore è irresistibile avrei dovuto fare un’ ecografia.
Io chiedo questo consulto per capire se effettivamente devo fare questo esame o è meglio andare da uno specialista che mi dirà il da farsi.
Spero di essere stato abbastanza chiaro. cordiali saluti e grazie anticipatamente per la risposta
[#1]
Prof. Giovanni Maria Colpi Andrologo, Urologo, Endocrinologo 1,6k 22
gentile lettore,

i dolori che riporta potrebbero essere chiariti mediante una semplice ecografia testicolare, un esame ripetibile, non invasivo che può dare luce sulle cause del dolore testicolare.

tuttavia , nel suo caso specifico, il risentimento muscolare sembra rilevante e apparentemente dipendente dall'attività fisica.

perciò una buona valutazione specialistica tipi urologica o andrologica le servirà anche di quale terapia beneficiare.

cordialità

Prof. Giovanni Maria  Colpi

[#2]
dopo
Utente
Utente
infinite grazie per la risposta chiara e celere. Andrò a fare il prima possibile un' ecografia e poi andrò da un suo collega specialista. Grazie ancora.

cordiali saluti.
[#3]
dopo
Utente
Utente
volevo chiederle quale è la differenza tra un urologo ed un andrologo. lei precedentemente li ha citati entrambi come possibile scelte. Per il mio problema, anche se ancora non definito, non c'è una figura delle due che sia più vicina al mio quadro clinico? grazie infinite per l' eventuale risposta.
[#4]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

la differenza tra un andrologo ed un urologo è dovuta al fatto che generalmente il primo, anche quando affronta problemi nell'area uro-genitale o propriamente urologica, pensa sempre anche alle future conseguenze che possono avere le eventuali indicazioni diagnostico-terapeutiche sulla sfera sessuale e riproduttiva.

Fortunatamente diversi urologi, come il sottoscritto, hanno anche la specialità di andrologia o viceversa.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#5]
dopo
Utente
Utente
Gent. Dottori oggi sono andato a fare l' ecotomografia scrotale. Questo è il referto dell' esame:

Testicoli in sede normali per dimensione, morfologia ed ecostruttura.

Piccolissima cisti della testa epididimaria di destra (mm. 3 circa); regolari i restanti segmanti epididimari ambo i lati. nel sacco scrotale destro, in prossimità della testa epididimaria, è visibile una calcificazione di morfologia allungata (mm. 10 circa), parzialmente mobile nei differenti decubiti, compabile con uno scrotolita.

Non idrocele patologico o ispessimento delle borse scrotali.

Il controllo flussimetrico, effettuato con Color Doppler, ha evidenziato buona ed armonica vascolarizzazione dei testicoli ed assenza di significativo da varicocele.

Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.

Cordiali saluti.
[#6]
Prof. Giovanni Maria Colpi Andrologo, Urologo, Endocrinologo 1,6k 22
gentile lettore,

la cisti che riporta difficilmente è causa di dolore testicolare.
mentre lo scrotolita, cioè un piccolo calcolo mobile, probabilmente formatosi a partire da sali di calcio può esser responsabile di dolore ricorrente del testicolo.

utile discutere di persona con lo specialista tali dati.

cordialità
[#7]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

non mi sembra che le indagini fatte abbiano messo in evidenza problemi drammatici, comunque ora bisogna sentire in diretta il suo urologo od andrologo di riferimento.

Nel frattempo, oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega che mi ha preceduto, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-la-prevenzione-andrologica-nell-eta-pediatrica-e-puberale.html .

Qui potrà trovare anche tutte le raccomandazioni su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Ancora un cordiale saluto.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Se questi dolori diventassero difficilmente sopportabili o aumentassero di frequenza quali metodiche esistono per l' eliminazione del problema?
grazie infinite.

Cordiali saluti.
[#9]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
"Se questi dolori diventassero difficilmente sopportabili o aumentassero di frequenza " bisogna sentire in diretta ed in urgenza un urologo e valutare cosa è successo!

Se vi è in corso un problema vascolare (torsione) od altro a volte l'indicazione è chirurgica ma non mettiamo il carro davanti ai buoi!

Ancora cordiali saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio