Utente 475XXX
Buongiorno, in novembre dopo aver avuto forte uretrite con dolori pungenti al glande, prurito e fuoriuscita di liquido bianco verdastro, ho subito iniziato a fare cura con augmentin che avevo in casa e fatto tampone uretrale che è risultato positivo alla gonorrea.
Nel frattempo la cura ha avuto effetto positivo, non percependo più nessun sintomo.
Andato dal medico curante, giustamente mi ha consigliato che dopo 15-20gg dalla cura, di ripetere il tampone.
Così ho fatto ed i risultati sono: positivo al Haemophilus parainfluenzae.
Adesso mi chiedo: nonostante dall'esito positivo della gonorrea non abbia mai avuto rapporti sessuali, è possibile che da gonorrea si sia trasformata in questo nuovo batterio o che comunque abbia abbassato le difese immunitarie per farmelo prendere?
Questo nuovo batterio é trasmissibile sessualmente? Inoltre dall'antibiogramma ho visto che è sensibile ad antibiotici tipo augmentin, posso assumerlo? O meglio non assumere antibiotici? Grazie a chi mi risponde.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

Questo batterio normalmente non è coinvolto nelle infezioni dell'apparato genitale, pertanto il suo riscontro nel tampone uretrale come contaminante innocuo della pelle e dell'ultimo tratto dell'uretra è da considerarsi occasionale e normalmente non necessita di alcuna terapia antibiotica. Altra evenienza possibile è una contaminazione avvenuta in ambiente laboratoristico. Quindi in assenza di sintomi il consiglio è di astenersi da iniziare un'ulteriore terapia antibiotica.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 475XXX

La ringrazio della sua gentile risposta dottore

[#3] dopo  
Utente 475XXX

Sono assorto soltanto da un dubbio: posso infettare la mia partner se pratichiamo del sesso non protetto sia orale che vaginale?
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
al suo dubbio le ho già risposto...."Questo batterio normalmente non è coinvolto nelle infezioni dell'apparato genitale..." .

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it