Utente 491XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 24 anni. Ho fatto un'ecografia l'ultima settimana dopo alcuni dolori avvertiti all'addome e per scrupolo l'ho fatta anche ai testicoli, sentivo un lieve dolore dopo un po' di tempo passato da seduto. Dall'ecografia risulta tutto in ordine, ma è stato rilevato un discreto varicocele sinistro. Fino ad ora non avevo avuto problemi, solo alcune volte avevo avvertito dolori durante l'erezione e a volte ho avuto difficoltà ad averla, ma non ho mai avuto particolari problemi.
Ho mostrato le analisi al mio medico di famiglia e ha ritenuto non esservi particolare urgenza a trattare il varicocele. Ora devo stare all'estero circa due mesi e pensavo di andare da uno specialista al mio ritorno. Sarebbe meglio trattarlo con più urgenza?

Il dolore da seduto non riesco a comprendere molto bene da dove viene credo nella parte inferiore dell'inguine e lo scroto, ma verso il testicolo destro. Ero un po' preoccupato e ho maneggiato i testicoli alcune volte, non vorrei aver causato dei danni o magari è solo una reazione per la preoccupazione. La dottoressa analizzando l'ecografia ha detto non esservi lesioni, ne torsioni. Se fosse una torsione il dolore dovrebbe essere molto inteso? In questo caso si dirama anche un po' dalla parte sottostante al piede destro fino alla parte destra dell'inguine. Sento un poco di dolore più intenso toccando la parte inferiore del testicolo. Questa cosa mi debilita un po', mi da una sensazione di debolezza.

Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Anna Maria Ierardi

28% attività
4% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2018
Per il varicocele non vi è urgenza di trattarlo. Ci si può pensare tra 2 mesi, al Suo rientro. In accordo eventualmente con un un consulto urologico, si potrebbe proporre un trattamento mini-invasivo con sclerotizzazione farmacologica (da eseguire in regime di day hospital), che solitamente eseguiamo noi radiologi interventisti.
Per quanto riguarda il dolore al testicolo dx, non può trattarsi di una torsione in quanto il dolore e le conseguenza sarebbero sicuramente diverse. In relazione ai dati ecografici può stare tranquillo, ma se vuole stare più tranquillo può farsi visitare da un Urologo prima di partire.
Dr.ssa anna maria ierardi