Utente 414XXX
Buonasera,
prima di arrivare al punto cercherò di sintetizzare per tappe la mia controversa storia "sessuale":
1in età adolescenziale mi accorsi che in erezione il mio pene aveva una accentuata forma a banana.Mi convinsi di avere una fimosi serrata.A 16 anni trovai il coraggio di andare dal mio medico di famiglia che mi visito' ,mi scoprì il glande(cosa che fino ad allora non avevo mai fatto)e mi disse che la situazione era assolutamente normale.Accennò solo al fatto che il prepuzio andava un po' duro(parole testuali),ma lasciò intendere che con i primi rapporti avrebbe acquisito elasticità.
2condizionato da un'adolescenza difficile,conseguenza della situazione precedentemente descritta, e da altri motivi caratteriali non ho mai avuto rapporti completi fino ad oggi,che ho 31 anni.
3all'età di 20 anni(più o meno)inizia a soffrire di forte prurito nella zona genitale e perianale. 4 anni fa il dermatologo mi ha diagnosticato una dermatite atopica che con delle pomate riesco a controllare con ottimi risultati.
4 per abitudine presa in età adolescenziale e per paura di un'eccessiva sensibilità del glande ,fino a 27 anni mi sono sempre masturbato con il glande coperto(cosi anche per l'igiene).Dopo i primi rapporti(non completi),ho scoperto il piacere di masturbarsi con il glande scoperto ed ho adottato da allora in poi sempre questa pratica.
5da circa un anno e mezzo,ogni volta che mi masturbo mi si formano delle escoriazioni (che provocano taglietti che arrivano anche a sanguinare)all'altezza del prepuzio sempre nello stesso punto,ovvero appena sotto la corona del glande dal lato destro(dove impugno quando mi masturbo)
6a marzo sono andato dal dermatologo.Per vergogna non ho detto che non ho mai avuto rapporti,mi sono limitato a dire che non sono fidanzato e i problemi li ho durante la masturbazione.Visitandomi mi ha diagnosticato un frenulo che lui ha definito un po' corto,e mi ha prescritto una pomata (CICALFATE) da applicare lungo tutto il prepuzio per 2 mesi.
7durante la cura non ho avuto problemi,ma dopo 2/3 giorni che ho sospeso si sono ripresentate le escorazioni
8alla visita di controllo il dermatologo mi ha indirizzato verso un urologo ,con la prospettiva di una frenulotomia
9ieri sono andato dall'urologo.Anche con lui ,per descrivere la mia vita sessuale mi sono comportato come col dermatologo al punto 6.La sua diagnosi è stata :" all'EO ,genitali esterni secondo età e sesso. Prepuzio mobile su glande,con minimo restringimento anulare.
Si consiglia: - Pr / Vea olio s/1 applicazione due volte al di per 30 giorni. In caso di mancata risoluzione della sintomatologia ,si consiglia intervento di circoncisione".
Ora sono nel panico più totale.Non voglio arrivare alla circoncisione. Leggo e sento tante esperienze negative a riguardo,senza contare i lunghi tempi di attesa per effettuare l'operazione. Inoltre mi domando se il non aver messo al corrente della mia storia sessuale sia il dermatologo che l'urologo abbia inciso sulle loro diagnosi.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

assolutamente no!

Non drammatizzi e segua ora le indicazioni ricevute; al momento non sempre urgente l'indicazione verso una strategia chirurgica.

Fatta la terapia risenta poi il suo specialista di riferimento e non sia inutilmente "pudico"; al medico si deve dire tutto come una volta si faceva con il confessore!

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 414XXX

grazie per la celere risposta.Approfitto per altri chiarimenti che non sono riuscito a scrivere prima:
1a 31 anni sento la voglia,la curiosità ed il bisogno di avere un rapporto completo.Stavo pensando ultimamente di andare con una escort(anche se ho paura delle malattie veneree)e comunque avrei anche la possibilità di fidanzarmi.Ecco perchè questa notizia(la possibilità di circoncisione)mi ha mandato nel panico. Se dovessi avere un rapporto completo ,come dovrei comportarmi? Con la confusione che ho ora in testa circa la "normalità"del mio pene ,ho timore che durante la penetrazione possa subire lacerazioni al prepuzio o al frenulo(se non proprio la rottura)
2 quando mi masturbo con l'ausilio di un lubrificante non ho alcun problema. Puo' essere un segnale positivo?
3 per aumentare l'elasticità del prepuzio puo' essere utile tenere scoperto il glande negli slip durante la giornata o la notte?In realtà lo sto già facendo ,ma non vedo risultati
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ora approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze, per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 414XXX

la ringrazio....puo' darmi risposte più specifiche almeno per i punti 2 e 3? grazie mille

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

al punto 2 si può risponderle con un conciso "sì" mentre al punto 3 con un sintetico "no".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 414XXX

Buongiorno,ho terminato il mese di terapia con applicazione di Olio Vea. Praticamente ho ottenuto l'identico risultato che avevo ottenuto con la pomata cicalfate: durante il trattamento nessun problema,ma appena ho interrotto la terapia mi si ripresentano rossore, e successive escorazioni, dopo la masturbazione.Dottore cosa mi consiglia di fare?Conviene conultare un altro specialista prima di procedere con l'operazione? Oppure devo rassegnarmi a subire la circoncisione? Grazie

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se non convinto dell’indicazione chirurgica già avuta, in questi casi non si nega a nessuno un secondo parere.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com