Utente 505XXX
Gentili dott.
Ho 20 anni e tramite ecografia ed ecodoppler mi è stato diagnosticato un varicocele, a detta dell'ecografo di grado 2. Domani farò di nuovo un ecografia della quale riporteró il referto per mostrarvelo e avrò prossimamente un consulto con un urologo, dopo apposito spermiogramma. Nel frattempo, volevo un Vostro autorevole parere in merito ad alcune questioni, sia per impazienza sia per controllo incrociato di opinioni.
1) è possibile masturbarsi o avere rapporti? Se si, con quali rischi?
2)se il rischio è quello della sterilità, ammesso per ipotesi che non mi interessi procreare, posso non trattare chirurgicamente qualora richiesto il varicocele senza incorrere in ulteriori complicazioni per la salute?
3)ho letto che uno dei problemi principali è l'aumento di temperatura del testicolo. Ha senso tentare di raffreddarlo o cmq evitare surriscaldamenti in zona? Se si, con quali accorgimenti? Le pratiche sessuali non sono, sotto questo profilo, controproducenti?
Vi ringrazio anticipatamente, tornerò con informazioni più specifiche.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,sinteticamente,non vi sono fattori ostativi che limitino o impediscano una normale vita sessuale.Non tutti i varicoceli si operano,analogamente alle emorroidi.E' lo specialista che decide e propone una strategia chirurgica.
Non esiste un metodo proponibile per mantenere la temperatura dello scroto a livelli più bassi.Esegua uno spermiogramma e l faccia valutare da un esperto andrologo.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it