Utente 542XXX
Buonasera a tutti,
Innanzitutto grazie infinite a chi mi dedicherà parte del suo tempo! Ormai 3 mesi fa effettuai un intervento di frenuloplastica per risolvere un frenulo breve. Il problema ora è che nonostante il tempo trascorso il frenulo ancora non sia completamente "normale" ovvero presenta più spesse e arrossate come se fossero ancora in fase di cicatrizzazione e sono anche più sensibili al tatto. La mia domanda e dunque se fosse normale questa condizione nonostante il tempo passato e se si quanto ancora servisse prima di avere un frenulo ristabilito al 100%. Durante la visita post operatoria effettuata due settimane dopo l'intervento il medico mi disse che tutto stava procedendo perfettamente. Da parte mia ho seguito le istruzioni sull'igiene e sulle pomate (Gentalyn e poi Peonil) più che meticolosamente. C'è la possibilità che resti così per sempre? Ci sono dei consigli o farmaci per migliorare la situazione? So che una visita sarebbe molto più appropriata ma ha dei costi molto elevati per me. Grazie mille ancora!

[#1]  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
gent.mo utente

dal suo racconto c'è qualcosa che non torna e comunque come è stato eseguito l'intervento? Hanno tagliato e usato la normale sutura con punti riassorbibili oppure hanno usato l'elettrobisturi per tagliare e coagulare?

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 542XXX

Buongiorno,
Grazie infinite per la prontissima risposta. Hanno tagliato e usato la normale sutura con punti riassorbibili. I punti sono spariti nell'arco di tre settimane. L'impressione al mio occhio da ignorante è come se tra un punto e l'altro non si fosse saldato correttamente. Se fosse possibile potrei inviarle una foto che sicuramente descriverebbe meglio la situazione.

[#3]  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente
anche con le foto non riuscirei a fare una diagnosi mentre in questi casi solo con il controllo diretto è possibile avere un quadro reale della situazione, deve quindi confrontarsi con lo specialista e seguire le sue indicazioni.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it