Il mio compagno ha una calcificazione ai dotti eiaculatori. potremo avere figli?

Al mio compagno hanno diagnosticato una calcificazione nei dotti eiaculatori, dopo un anno che non riuscivo a rimanere incinta.
Gli hanno prescritto un antibiotico e antiinfiammatorio in supposte.
Basterà la cura?
Potremo avere figli?...
[#1]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9,3k 184 3
Gent.ma utente

forse varrebbe la pena che ci scrivesse il referto ecografico oltre ad inviarci i dati dell'esame seminale, in questo modo potremmo toglierle molti dei suoi dubbi.

Un cordiale saluto

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,
Grazie innanzitutto per la risposta.
Ecografiacamente tramite ecografia transrettale l'andrologo ha evidenziato una calcificazione che va a ostruire il dotto eiaculatorio di destra. Ha effettuato già una spermiocultura che non ha evidenziato nessun tipo di batterio ecc e in precedenza ha effettuato uno spermiogramma dove ha risultato che ha 6,7 milioni tot di spermatozoi concentrazione 1milione 2 %di forme normali motilità 50 % e progressiva 13%. Sta seguendo un ciclo di antibiotico 12 giorni con Claritromica 250 mg uno al mattino e uno alla sera e 1 supposta la sera di Topster per 4 sere.
Prima di tale cura non evidenziava nessun fastidio alla prostata ma durante la terapia con le supposte prova sensazione di pressione e leggero bruciore. Questa sensazione è terminata dopo che ha concluso le supposte.
Grazie attendo sua risposta.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi non posso scrivere il referto dettagliatamente perché deve ancora concludere ecografia perché presentava feci nell'intestino ma comunque in attesa del referto l andrologo ci ha comunicato che la calcificazione si trova vicino al dotto eiaculatorio e lo va a ostruire compromettendo la qualità degli spermatozoi.
[#4]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9,3k 184 3
Non comprendo cosa possano centrare le feci nell'intestino e non comprendo come una calcificazione "vicino" al dotto eiaculatore lo possa ostruire al punto di compromettere la "qualità" degli spermatozoi, tuttavia vediamo il referto e poi ne riparliamo.

Cordiali saluti

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#5]
dopo
Utente
Utente
Le feci nell'intestino perché sentiva male il mio compagno e non è riuscito a completare l'ecografia transrettale. Comunque aspetteremo il prossimo referto ma secondo lei le calcificazioni non possono peggiorare la qualità degli spermatozoi? Nemmeno se fossero non vicine ma dentro ai dotti eiaculatori?
Grazie
[#6]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9,3k 184 3
Prima di eseguire un esame trans-rettale è pratica comune indicare al paziente come procedere per eseguire l'esame, tuttavia come già le ho detto vediamo il referto e poi ne riparleremo dati alla mano.

Ancora cordiali saluti

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, le copio il referto del medico.
"Il pazienta presenta un danno lieve testicolare primitivo associato a prostatovescicoliti.
Non ho rilevato varicocele."
Nella seconda visita ci ha detto che le calcificazioni di cui le parlavo non vanno a compromettere come invece ci aveva fatto intendere nella prima visita.
Il primo spermiogramma aveva rilevato oligospermia eseguito 3 mesi fa 6,7 milioni di spermatozoi motilità progressiva 13 % e forme normali 2%. Abbiamo possibilità secondo lei di avere una gravidanza naturale?
[#8]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9,3k 184 3
Il referto che ci scrive è privo di attendibilità, non significa nulla, dimostrazione sono le parole precedenti riguardanti le calcificazioni. Il consiglio è confrontarsi con professionisti dedicati a tali problematiche.

ancora cordialità

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#9]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi Dottore mi può spiegare perché sarebbe privo di attendibilità? Il medico non ha trovato niente di importante a parte queste prostatovescicoliti. Per quanto riguarda le calcificazioni lui non era riuscito a fare bene l'ecografia nella visita precedente e rifacendola ci ha informato di questo.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test