Utente 462XXX
Sono affetto da neoplasia vescicale con metastasi ossee, ai polmoni ed adesso anche al fegato, quindi un quarto stadio...
L'ospedale che mi segue mi ha detto di attivare l'assistenza domiciliare in vista della fine dei trattamementi e l'inizio delle sole cure palliative.
Io ,nel frattempo, ho concluso le pratiche per il testamento biologico ed ho scelto la sedazione terminale e rifiutato ogni accanimento terapeutico.
Però nessuno mi ha spiegato effettivamente in cosa consista,vorrei capire cosa accadrà veramente nel momento in cui verrò sottoposto alla sedazione e soprattutto ,poichè tutto ciò avverrà in casa, cosa devono aspettarsi i miei familiari.

[#1] dopo  
Dr. Dario Giugni

20% attività
20% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Gentile signore,
la sedazione terminale fa solitamente parte di un più ampio percorso integrato di cure palliative che si fa carico sia del paziente che della sua famiglia (l'organizzazione precisa varia da Regione a Regione).
La sedazione terminale prevede la somministrazione di alcuni farmaci in associazione che riducono le sensazioni spiacevoli (dolore, ansia, malessere...) con un progressivo aumento della profondità della sedazione. In realtà le cure palliative non significano solo "sedazione terminale", ma prevedono un percorso che prevede il trattamento di tutti i sintomi (primo fra tutti il dolore) e la fornitura dei presidi necessaria (come ad esempio l'ossigenoterapia). La sedazione è la naturale prosecuzione di queste terapie e non viene introdotta "dal nulla". I familiari vengono solitamente aiutati dal personale dell'assistenza domiciliare e preparati progressivamente.

In base al paziente viene solitamente stabilito un piano che può prevedere visite programmate e in reperibilità. Sicuramente i colleghi che avranno lei e i suoi cari in cura vi forniranno tutti i dettagli necessari. Purtroppo non posso essere più specifico perché non so come è organizzata l'assistenza domiciliare di cure palliative nella sua Regione di residenza, quello che le ho descritto è l'ossatura comune a tutti i servizi di cure domiciliari.

La saluto e rimango a disposizione,
Dott. Dario Giugni