Utente 509XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 33 anni e tra 2 settimane dovrò affrontare la rimozione di una cisti ovarica in laparoscopia. Ho già fatto gli esami del pre-ricovero e siccome sono una fumatrice (20 sigarette al giorno) mi hanno fatto fare anche l'rx al torace.
L'anestesista mi ha detto che gli esami vanno bene, ma che si vede che sono una fumatrice in quanto ho un'accentuazione estesa della trama polmonare.
Ho letto in internet che il fumo può comportare complicazioni durante e dopo l'anestesia generale.
Ora sto cercando di fumare 4-5 sigarette al giorno, ma non è facile anche perchè sono preoccupata per l'intervento, quindi è il cane che si morde la coda.
Sono agitatissima. Ho letto che bisogna smettere almeno 6-8 settimane prima dell'intervento, ma io non ho tutto questo tempo.
E' davvero così pericoloso? Inoltre, l'accentuazione estesa della trama polmonare è una cosa grave? e' recuperabile smettendo di fumare?

Ringrazio anticipatamente chi mi vorrà rispondere.

[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buonasera.
Allora, il tempo consigliato di sospensione totale del fumo è di 4 settimane.
Considerato che la sospensione, durante un tempo minore di 4 settimane determina un aumento reattivo delle secrezioni bronchiali, è, a questo punto, meglio fumare 4/5 sigarette al massimo che smettere definitivamente (anche perché la sospensione totale in un fumatore come lei non è praticabile nonché impossibile).
Il danno determinato, allo stato attuale, non si recupera anche se è vero che la sospensione del fumo è tutta salute e non solo per il polmone (cuore, arterie, lingua, bocca, apparato digerente, vescica, ecc).
Per quanto riguarda le complicanze intraoperatorie stia tranquilla, non è l'unica con questo viziaccio ed eventualmente la sala operatoria è l'ambito migliore per gestire tutte le complicanze.
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Grazie per la risposta. Cosa significa esattamente che il danno determinato non si recupera?anche se smettessi ora tra 5 o 10 anni la situazione non migliorerà? Inoltre posso sapere che complicazioni può provocare il fumo in sala operatoria? E ultima cosa, l'accentuazione della trama polmonare é grave? Cosa significa? Può rispondere a queste 4 domande per favore così mi tranquillizzo? Io devo capire sempre tutto altrimenti non sono serena. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Allora:
1. il danno che il fumo ha causato sul suo tessuto polmonare non si ripara. Il polmone però è un organo in grado di compensare le zone che funzionano meno
2. Certo. Più passa il tempo e maggiore è il tempo di astensione dal fumo e meglio è la situazione polmonare. Nel giro di 5 anni, certa letteratura, riferisce che la funzionalità ventilatoria del polmone ritorna nella norma.
3. Il problema respiratorio, in sala operatoria, più frequente nel paziente fumatore è la crisi d'asma
4. L'accentuazione significa avere il tessuto polmonare più inspessito rispetto al tessuto normale. Di solito questo inspessimento è legato ad una infiammazione cronica determinata dall'azione tossico-irritativa del fumo
Stia tranquilla
Buona serata
Dr. GUIDO GUASTI