Utente
Salve, sono un ragazzo di 20 anni che 6 giorni fa (domani 7) mi sono sottoposto ad un intervento di varicocele e per farlo ho fatto per prima un anestesia spinale non andata a buon fine in quanto non ha fatto molto effetto, i medici toccavano l'addome e sentivo ancora le loro mani gelide e inoltre anche se intorpidite potevo muovere ancora un minimo le gambe e inoltre mi ha fatto un male atroce a tal punto che gli infermieri mi hanno dovuto sorreggere perché stavo per svenire (poi non so, sarò io che ho la soglia del dolore molto bassa... ) . . . alla fine mi è stata fatta anche un anestesia totale light per addormentarmi e non sentire nulla definitivamente... post operazione sentivo già le gambe bene o male, ma come una strana sensazione alla schiena accompagnata dal dolore, come una sensazione di rigidezza e mentre cercavo di dormire avevo come delle scosse che partivano ogni tanto, tuttavia ho urinato abbastanza presto, un po' dopo l'operazione (2-3 ore circa) e per ora non ho problemi in questo, neanche nel camminare o durante un erezione... però mi preoccupa il fatto che domani è già passata 1 settimana e la sensazione di rigidezza e dolore (non che mi blocchi dal dolore anzi, però è un fastidio proprio nel punto dell'iniezione) non sono ancora passati... è normale?
o possono essermi stato fatti dei danni ai nervi o al midollo? Quanto tempo devo aspettare per essere sicuro di non avere avuto nessun danno?
per favore un po' sono in ansia, spero di non rischiare una paralisi...

[#1]  
Dr. Guido Guasti

28% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buongiorno.
Lei non rischia nessuna paralisi.
La sensazione che descrive è abbastanza comune dopo un'anestesia spinale ed è legata proprio alla puntura delle strutture cutanee e legamentose che l'ago attraversa.
Solitamente questo tipo di sensazione non accade se l'anestesista effettua un'anestesia locale prima di passare alla tecnica (nel suo caso non saprei se è stato fatto, non l'ha specificato).
Detto questo, torni dal suo anestesista e con una semplice infiltrazione del sito di puntura risolverà completamente il quadro.
La saluto
Dr. GUIDO GUASTI