Utente 148XXX
Mio marito che ha avuto un grosso infarto il 15 febbraio c.a.
Adesso sono molto preoccupata dal momento che deve estrarre una radice cariata e tremolante.
La sua terapia è la seguente:
Metoprololo 100 Mg: ½ cp ore 8, ½ cp ore 20
Acido Acetilsalicilico 100 Mg: 1 cp dopo Pranzo
Ramipril 2,5 Mg: 1 cp Ore 8, 1 cp Ore 20
Omeprazolo 20 Mg: 1 cp Ore 8
Ticagrelor 90 Mg: 1 cp Ore 8, 1 cp Ore 20
Atorvastatina 80 Mg: 1 cp Ore 22
Furosemide 25 Mg: 1 cp Ore 8, 1 cp Ore 15
Potassio Cloruro 600 Mg: 1 cp Ore 13
I dati relativi all'infarto sono:
15 febbraio 2014 operato con stent per infarto
Tentativo inefficace di trombo-aspirazione (il sistema Pronto V4 non riesce a superare la stenosi) Pre-dilatazione della stenosi con pallone Ryujin Plus 2x20 mm. Quindi si posiziona altra guida metallica HT Balance Middleewight Abbott su D2, a protezione dello stesso.
Ricoverato per infarto miocardico acuto con ST sopraslivellato
Sintomatologia anginosa. All'ECG: lesione subepicardica anteriore
Impianto di stent medicato Cre8 3x31 mm., post-dilatato con pallone PTVA primaria dell'IVA.
Decorso Intraospedaliero: All'ingresso in reparto paziente ancora sintomatico per dolore toracico. Eseguita CVG in urgenza: occlusione di IVA prossimale---->PCI+stent medicato, residua stenosi del 501% su Cdx.
All'ecocardiogramma acinesia di apice in toto esteso a parte del SIV medio, parete anteriore e parere laterale intermedia. FE 38/40%.
All'Holter: non eventi aritmici degni di nota.
Agli esami ematochimici: riscontro di ipercolesterolemia.
Decorso clinico regolare e privo di complicanze.
Diagnosi:
Stemi antero-laterale esteso
PCI + Stent su IVA
Dislipidemia
Ecocardiogramma (M-MODE, 2D e Doppler) 18/02/2014
Atrio sx. di normali dimensioni.
Ventricolo sx ai limiti superiori con pareti lievemente ispessite, acinesia apice in toto esteso a parte del SIV intermedio, PA, PL intermedia. Funzione sistolica moderatamente depressa (FE 40-38%) [FE: Contrattilità globale conservata]
Mitrale nei limiti
Bulbo aortico ai limiti superiori, aorta ascendente nei limiti.
Sezioni destre nella norma.
Aneurisma destroconvesso del SIA senza evidenza di shunt (In medicina lo shunt è un foro o un passaggio che muove o favorisce il movimento di un liquido da una parte del corpo ad un'altra. Shunt cardiaco: può descrivere un movimento di fluido “da destra a sinistra” o “da sinistra a destra” o “bidirezionale” o “dal circolo sistemico a quello polmonare” o “da quello polmonare a quello sistemico”.).
Doppler
Patter mitralico da alterato rilasciamento ventricolare. IM (insufficienza mitralica) lieve.
iao (I.Ao. vuol dire insufficienza valvolare aortica) lieve.
Quale medicina dovrebbe sospendere per poter procedere all'estrazione e per quanti giorni? Quali problemi potrebbe creare? Spero tanto in un riscontro esauriente ed attendo fiduciosa, Leonarda Barraco

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci

32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Deve parlarne con il suo cardiologo e il suo dentista.

Credo che sia opportuno a breve distanza dall'impianto di stent medicato, non sospendere la doppia antiaggregazione (Acido Acetilsalicilico + Ticagrelor), per non rischiare la trombosi acuta dello stent.

Fossi il suo curante le consiglierei di far effettuare l'estrazione in doppia antiaggregazione o di rimandarla alla sospensione del Ticagrelor) in genere 12 mesi dall'impianto dello stent.

GI
Per visite Ospedale San Raffaele:

https://www.clickdoc.it/prenota-visita/34600/giuseppe-iaci-cardiochirurgo

[#2] dopo  
Utente 148XXX

Allora cercherà di attendere lo scadere dell'anno, per non correre rischi (Presumo, infatti, che, in caso di eventuali infezioni possa assumere antibiotici). E' stato molto gentile e La ringrazio infinitamente. Un caro saluto, Leonarda