Utente 479XXX
Buongiorno,
il mio bimbo di 8 mesi (ora) ha avuto un quadro clinico piuttosto complicato venendo al mondo; il giorno successivo alla nascita prematura di 5 settimane, ha subito un intervento chirurgico di 4 ore, passando 40 giorni in terapia intensiva con due episodi di bradicardia a seguito di un'infezione, per uno dei quali è stata necessaria una rianimazione. Tra le varie patologie in fase prenatale era stata diagnostica una coartazione aortica, un'ipoplasia dell'arco aortico, dei div ed un ispessimento della valvola aortica. Alla nascita fortunosamente veniva confermato solamente un piccolo div muscolare nel medio e ,l'ispessimento della valvola aortica, era dovuto ad una bicuspidia dei lembi valvolari. Alla visita dei 6 mesi le condizioni generali erano molto migliorate e la visita cardiologica evidenziò che il DIV non era più visibile e la valvola aortica, sebbene bicuspide, era normo funzionante con controllo cardiaco a seguire ai 3 anni di età e nessuna profilassi per l'endocardite.
Volevo sapere che conseguenze può dare alla qualità della vita futura la bradicardia neonatale, il supporto respiratorio invasivo neonatale e se sono necessari invece controlli più frequenti per la bicuspidia aortica? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci

32% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Aspetti i tre anni dalndo il tempo necessario alle strutture cardiache di definirsi meglio.
La bicuspidia aortica è una variante anatomica che non sempre comporta poi in futuro necessità di trattamenti.

In bocca al lupo.

GI
Per visite Ospedale San Raffaele:

https://www.clickdoc.it/prenota-visita/34600/giuseppe-iaci-cardiochirurgo

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Grazie dott. Laici per la sua risposta, volevo inoltre sapere se si il bimbo può volare in attesa dei tre anni e se è raccomanda profilassi in caso di controlli endoscopici.
Grazie.