Utente 495XXX
Egregi dottori,
Vi scrivo per conto del mio papà, il quale quattro giorni fa è stato sottoposto a un"angioplastica per una coronaria. Tra 40 giorni ne deve fare un'altra. Lui ha 69 anni appena compiuti, a quattro giorni dall'intervento è andato nel suo orto a fare dei lavoretti, ha accusato affanno. Ieri l'ho portato in ospedale poiché aveva un dolore al petto anche se lui ha sempre sofferto di dolore allo sterno. Lí gli hanno fatto l'ecg, l'eco e gli enzimi. Hanno detto che era normale che fossero alti dopo l'operazione, nel secondo prelievo stavano scendendo. Ci hanno detto che era tutto ok. Ora mi chiedo, è normale che ora si senta così e che deve stare più a riposo? Quanto tempo deve passare per riprendere le sue attività? E normale sentirsi affaticati dopo l'intervento se fa dei lavoretti in campagna?
Grazie a chi risponderà.
Cordiali saluti
Patrizia

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se deve ancora eseguire una angioplastica e' bene che stia piuttosto a riposo, specie adesso che inizia il caldo.
Dopo l' angioplastica i CArdiologi che lo stanno seguendo e che sono a conoscenza - al contrario di me- della situazione complessiva le diranno che tipo di vita suo padre potra' continuare a fare.
E questo dipende da tanti fattori come la funzionalita' cardiaca , renale e polmonare.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza