Utente
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e sono 2/3 giorni che avverto un continuo respiro corto accompagnato da qualche extrasistole e forti brividi di freddo con tremori, con senso di svenimento e di morire "soffocato", mi spiego meglio: Praticamente è come se non riuscissi a trattenere il respiro per più di 3/4 secondi, sento come se avessi un peso nei polmoni e sullo stomaco che mi impediscono di completare e di svuotare i polmoni per bene. Delle volte anche quando bevo non riesco a farmi un bicchiere senza prendere aria mentre bevo, sento come se si stessero chiudendo i polmoni e come se stessi per morire soffocato. Premetto anche che ultimamente ho un po di naso chiuso e sanguinante per qualche crosta all'interno, premettendo anche che soffro di ipertrofia dei turbinati e di ansia. Per quanto riguuardano gli altri sintomi non capisco il collegamento con il fiato corto e questo mi ha fatto pensare al cuore (scompenso cardiaco? Inizio di infarto? Ischemia?) oltre che ad un problema polmonare, e devo dire la verità sono estremamente spaventato dato che sono due organi importanti. È necessario che mi rechi al pronto soccorso oppure chiamare il 118 per una "visita" diretta? Soffro di ansia è vero, ma non mi è mai successa una cosa simile... Di solito il respiro corto da ansia mi durava al massimo mezza giornata poi non di ripresentava fino alla prossima volta che mi sarebbe venuta l'ansia. È possibile che abbia problemi al cuore/polmoni? Premetto che ho smesso di fumare da moltissimo tempo. Ringrazio anticipatamente, cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le h gia' pubblicato post simili, l'ultimo del quali il 1 dicembre scorso, e le e' già stato risposto.

https://www.medicitalia.it/consulti/cardiologia/544938-extrasistole-durante-brividi-di-freddo.html

Mi pare che il suo stato ansioso le stia giocando brutti scherzi e che pertanto venga trattato da uno specialista dell'ansia.

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Salve, la ringrazio ancora per una sua risposta. Dottore oltre al fatto di attribuire sempre tutto all'ansia vorrei capire se il respiro corto accompagnato da fastidi al centro del petto, compreso stamattina che mi sono svegliato con un dolore lancinante al dente sinistro in più con brividi di freddo e tremori, possa essere causa di una malattia cardiaca. Su internet ho letto che il mal di denti può essere causato anche per problemi al cuore, e non le sembra strano che stamane mi sveglio con questo dolore? Tenendo sempre conto che i giorni precedenti avevo già questo respiro corto? Resta sempre del parere di ansia e il mal di denti è una carie?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile utente se lei pensa di andare su internet a fare diagnosi .....faccia pure
Il
Mal di denti è un mal di denti ed un dolore
Anginoso si può irradiare alle
Mandibole ma con altri sintomi .
Sarebbe come
Dire che se lei avesse il
Mal di
Pancia lei
Pensasse subito ad un cancro dell intestino
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Salve, è proprio questo che mi preoccupa perché ho questo fastidio al centro del petto come un oppressione con respiro corto! Anche se il dente dolente è cariato, infatti con mezza bustina di Oki mi passa. Vorrei chiarire questi altri sintomi perché ho l'impressione di avere qualche arteria ostruita che mi causa questi brevi sintomi.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Quindi lei pensa di avere qualche arteria ostruita perché lo ha letto su internet?
Complimenti
Ioma 19 anni correvo dietro alle ragazze, oggi i ragazzi corrono dietro ad internet
Questione di gusti
La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Salve, la ringrazio ancora per la risposta. Dottore è da circa una 15ina di minuti che ho tachicardia e ho questo fastidio su tutto il petto, non riesco a spiegarlo perché non sembra forte dolore oppure oppressione, sento forte fastidio che si irradia delle volte al braccio sinistro. Mi chiedevo se questi fastidi possano essere un infarto in corso.

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile utente....non penserà mica di farmi la telecronaca di ogni suo disturbo, vero.?

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente
Salve dottore, proprio quando ho letto la sua risposta mi è venuta improvvisamente e senza motivo una forte dispnea con questo fastidi al torace ed un po di mal di pancia, poi ho sentito il cuore accelerare con chiare palpitazioni e sudorazione alle mani. È da un paio di giorni che sto avendo fastidi al petto e dispnee improvvise che di solito cessano dopo 20/30 minuti. Praticamente sento come se dovessi respirare più in fondo possibile ma ovviamente i miei polmoni hanno un limite e si fermano ad un certo punto, quindi quando vado a cacciare l'aria sento come se non è abbastanza e che i polmoni stessero per scoppiare, insomma questo mi porta a respirare in modo diverso. Dottore capisco che sono molto ansioso e fastidioso ma non mi era mai successa una cosa simile, non credo si tratti di ansia ma questo solo lei può dirmelo, senò potrei anche chiamare il 118 per escludere magari malattie "mortali". Cosa faccio?

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ascolti lei deve rivolgersi ad uno psichiatra per curarsi l ansia.
Chiamare il 118 per queste sciocchezze significa distogliere un mezzo di soccorso da chi potrebbe averne bisogno davvero

La saluto

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente
Capisco che nonostante quanto abbia detto, si attribuisce sempre tutto alla mia ansia. Il mio problema è che se si trattasse di un infarto? Se questa sintomi in realtà mascherano un infarto? Questa è la mia paura, perciò volevo chiamare il 118 per una "diagnosi". Invece vorrei sapere da lei se questi sintomi vanno indagati lo stesso nonostante io sia ansioso. Da quel che scrive sembrerebbe chiaramente che non ho un infarto però ho la sensazione che lei abbia subito attribuito tutto all'ansia come fanno molti, la maggior parte. Questo mi preoccupa perché in caso di un reale infarto non mi crederebbe più nessuno e danno la colpa alla mia ansia! Un po come la storia del ragazzino che faceva scherzi ai genitori in campagna dicendo di vedere un lupo davanti casa sua, tutti allarmati corrono fuori e il ragazzino dice che era uno scherzo, fino ad arrivare al giorno che un lupo davvero vuole ucciderlo e lui urla di vedere un lupo, ovviamente attribuiscono agli scherzi fatti in passato senza sapere che possa trattarsi di un reale fatto. Mi scusi ma dovevo fare questo esempio. Cordialità

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Vede se lei non si farà curare l ansia da uno specialista psichiatra avrà sempre una qualità di vita scadente.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza