Utente 577XXX
Buongiorno,
Tempo fa mi rispose a un mio consulto un dottore (nell'elenco risulta ancora attivo e lo spero)
Ho letto un suo articolo su Repubblica (non faccio il nome del mecido perché non so se si può)

L'articolo di un paio di anni fa direi diceva che il freddo aumenta del 34% la possibilità di avere un infarto e che nei giorni successivi a raffreddore o tosse la possibilità di avere un evento avverso cardiovascolare è aumentata di 6 volte.

Forse sono un po fifone io?

Ho il raffreddore da 3 settimane oramai che non passa ma il medico ha detto di non imbittirmi di medicine che passa da solo e lavoro comunque in un posto dove le temperature non sono alte...
Devo lavorare con la giacca.

Un ragazzo di 26 anni come può "proteggersi da questo problema?
"
La tosse e il raffreddore purtroppo non passa ma pensavo fosse una cosa banale
Vale per tutti o solo per chi ha già avuto infarti o problemi al cuore?


Grazie per il consulto

[#1]  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato

48% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Il freddo, un pasto abbondante e lo sforzo fisico intenso possono aumentare il rischio di avere un infarto mio cardico in soggetti predisposti che abbiano delle stenosi delle coronarie. Considerata la sua età non mi preoccuperei assolutamente di questa eventualità. Viceversa il fatto di avere una importante obesità deve farla riflettere sulla necessità di perdere almeno 25 30 kg
GM Actis Dato
Cardiochirurgo
Ospedale Mauriziano
Umberto I di Torino

[#2] dopo  
Utente 577XXX

Grazie mille dottore!
Sto affrontando un percorso per la bariatrica!
Buona giornata!