Utente
Ho 80 anni, peso Kg 72.
Nel 2007 (luglio) ho avuto 4 infarti in tre giorni.
Risolti benissimo con inserzione di 4 stent coronari.
Applicata terapia di protezione, con betabloccanti Lodoz 5/6, 25 (1 cps mattina e sera) Neo Lotan 50 (1 cps mattina sera), cardioaspirina orario pranzo.
Ad oggi condizioni fisiche molto buone, sono un camminatore, dopo lockdown Covid ripreso 2 Km a piedi al mattino (attuale giugno).
Betasbloccanti, seguito ECG di controllo, (pressione leggermente bassa 110/70 puls 40 notturna 50 diurna) giudicati eccessivi e sostituiti con bisoprololo 2, 5 (1 cps) al mattino e Lercadipinia 10 (1 cps serale).
La variazione suggerita da cardiologa in occasione di intervento chirurgico OD distacco retina luglio 2018, successiva cataratta 8 mesi dopo e successiva vitrectomia febbraio 2020 causa recidiva DR.
Da maggio corrente anno riscontrata extrasistolia, con ECG, giudicata i8n ospedale come sopraventricolare non preoccupante.
Tutte analisi "normali" salvo extrasistolia che mi disturba molto perché costante nell'arco del giorno del tipo 3 puls.
pausa, 3 puls pausa, 3 puls, pausa.
2 puls, pausa, 2 puls, pausa poi riprende 3 puls, pausa ecc.
poi sembra diventare normale ma riprende a 3 puls.
pausa e così per tutto il giorno con attenuazione notturna.
Suggerito Holter dinamico ed eliminazione bisoprololo 2, 5.
Nessun altra indicazione o variazione a terapia di protezione.
Extrasistolia direi quasi asintomatica salvo rarissimi momenti di fastidioso disturbo toracico, forse più per mia impressione.
Domanda: E' corretto suggerimento cardiologico ospedaliero dove sono stato trattenuto per sole 4 ore?
Il cardiologo è stato molto... inurbano verso il mio medico perché mi ha consigliato esame ospedaliero.
Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sinceramente in un cuore anziano ed ammalato come il suo sospendere il beta bloccante mi pare una cosa inopportuna.
Esegua un Holter per avere una diagnosi piu precisa delle sue aritmie

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza