Utente
Salve,

sono una donna di 45 anni che fin dall'adolescenza soffre di ansia e attacchi di panico trattati con ansiolitici al bisogno e antidepressivi (citalopram 20 mg).
Non sto qui a dirvi quante volte sono finita in PS e a quante visite cardiologiche (ultima febbraio 2020) e connessi esami mi sono sottoposta (ecg, ecg holter 24 h, telecuore, ecocardiogramma, test da sforzo), ma non è mai emerso nulla.
Mi hanno sempre detto che il mio cuore è perfettamente sano e che i miei sintomi sono dovuti all'ansia.
L'unica cosa è che ogni tanto avverto delle extrasistole, mi hanno però sempre detto di non preoccuparmi, che sono benigne.
Non bevo caffè o cmq al max uno al giorno decaffeinato, ho fumato nell'ultimo anno un max di 3/4 sigarette al giorno (da qualche settimana non fumo più), non bevo alcool, credo che la mia dieta sia abbastanza sana e bilanciata anche se sono leggermente in sovrappeso; nel 2005 mi è stato diagnosticato un ipertiroidismo (morbo di basedow) ma negli ultimi due anni, i dosaggi ormonali, che eseguo regolarmente ogni sei mesi, sono nella norma e infatti non assumo alcuna terapia.

Quando sono sotto cura con l'antidepressivo in genere sto bene e non ho particolari paturnie ma da qualche settimana ho dei sintomi che mi preoccupano; ormai ho anche timore di parlare con il mio medico e con il cardiologo di riferimento perchè temo che magari, influenzati dal mio problema dell'ansia, non riescono a essere molto obiettivi.

Per farla breve, da qualche settimana appunto, improvvisamente avverto dei sintomi diciamo presincopali, cioè astenia, senso di svenimento (mai con perdita di coscienza), vertigini, sensazione di testa confusa e leggera, sudorazione, brivido/formicolio che mi percorre la schiena e arriva in testa.
Non nascondo il fatto che in quel momento inizio a spaventarmi e ad avere ansia.
Ho auto misurato pressione ed è normale cosi' come i battiti che sembrano anche regolari (il misuratore non segnala alcuna aritmia).
Naturalmente sto parlando di un misuratore acquistato in farmacia.
Durano qualche minuto.
Se in posizione eretta mi viene di eruttare e quindi ho anche pensato che potrebbe trattarsi di qualcosa legato all'apparato digerente.
In genere ho preso un ansiolitico e non so se per questo o se sarebbero cmq scomparsi poi passano.
Non so cosa pensare ma sono veramente preoccupata, perchè sento di casi di morte improvvisa e sono terrorizzata!
Grazie anticipatamente per i vostri consigli.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non mi paiono davvero sintomi preoccupanti, per quanto fastidiosi.
Dato che e' una donna di oltre mezza eta' programmi tuttavia un Holter

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso