Tachicardia cosa fare?

Salve, chiedo scusa per l'ennesimo consulto.
Stamane alle 7. 30 mi sono svegliato.
Al risveglio dopo 10 minuti sentivo la tachicardia.
Ho preso il misiratore dei battiti e saturazione e indicava saturazione al 97 per cento battiti a 107.
In un minuto i battiti sono calati gradualmente.
Ormai è da un anno e mezzo che ho questi battiti accellerati, extrasistole... Ho svolto diversi ecg, ecocardiogrammi, analisi del sangue con emocromo e tiroide.
Non è uscito niente.
Da quando mi è capitato la prima volta ho paura ad addormentarmi e infatti ho continui risvegli.
I cardiologi hanno detto che il cuore è sano, che forse sono attacchi di panico.
Non ho mai fatto l holter, durante la giornata ho battiti che vanno da 40 a 80.
Poi all improvviso queste tachicardie da 105 a 130.
Una volta segnava anche 198.
La pressione arteriosa va dai 110/60 a 120/70. Non fumo, non bevo, sto facendo delle passeggiate facendo una vita sedentaria.
Mi chiedo se avessi avuto qualcosa di grave, dopo 18 mesi dal primo episodio, sarebbe successo qualcosa?
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 70,1k 2,6k 2
lei deve solo curare la sua ansia con uno soecialista

il mio consulto finisce qui

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa