Utente
Buonasera circa 20 giorni fa ho avuto vomito profuso fino a rimettere la bile e a seguito ho avuto febbre fino a 38.00 C e dolori forti che sono passati dal centro della pancia alla fossa Iliama destra e alla gamba destra.
Mi sono recato in PS dove ho effettuato l emocromo GB 6500, PCR 7, Creatinina 1,8, gli altri valori erano nella norma.
Sono stato sottoposto ad eco addome che è risultato nella norma, rx addome che ha evidenziato la presenza di livelli idroarei a livello del cieco, e una Tac addome con contrasto per visualizzare l appendice che però non è riuscito ad inquadrata ma ha notato una piccola falda cecale e una formazione ipotesi a livello del fegato.
Circa 9 giorni dopo sono stato sottoposto ad un rmn addome superiore che ha caratterizzato le cisti epatiche come biliari.
Premetto che io nel maggio del 2016 sono stato sottoposto a colecistectomia vlc con diagnosi di colecistite cronica calcolotica, le attuali cisti biliari potrebbero essere una conseguenza dell IC ?
Gli esami di funzionalità epatica sono tutti nella norma tranne, forse, la bilirubina che è stata imputata alla prenda di un intero di Gilbert
Una di queste cisti occupa il VI segmento inferiore del fegato ed altre puntiformi occupano il parenchima epatico.
Sono necessari ulteriori accertamenti per questo problema?
Da cosa può dipendere questo problema ?
La nausea e il senso di pienezza possono dipendere da questo?
In merito al problema dell' appendicolopatia i medici mi hanno dimesso poiché i valori ematici risultavano nella norma e la mia sintomatologia sembrava troppo generica per essere imputabile ad una forma acuTa.
Il tutto è stato archiviato come esiti nevralgici di una linfodenectomia retro peritoneale eseguita nel 2013 x carcinoma non seminomatoso del testicolo dx e/o possibili aderenze addominali.
Premetto che anche ora ho sofferenza al fianco destro e alla gamba, che in parte avevo anche prima di sentirmi male ma in modo molto più latente.
Attualmente sono in terapia con lirica 75 mg 1cp la sera e tiobech 1 Cp la mattina ma non avverto alcun miglioramento della sintomatologia, dolore al fianco dx, fossa Iliaca destra, gamba omolaterale e dolore alla schiena specie a livello lombare basso, premetto che mi è stata rinvenuta un'appendice retrociecale
il mio medico di base dice che esistono forme di appendicolopatia subdole e latenti e/o quadri cronici di difficile diagnosi e crede che la soluzione migliore sarebbe un'ottica dell'addome, voi cosa ne pensate?
Quale consigli mi date per risolvere al meglio la situazione?
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Attilio Marchese

24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la sua sintomatologia dolorosa, a seguito degli ampi ed esaustivi accertamenti eseguiti, ha già avuto l'inquadramento diagnostico come esiti nevralgici dell'intervento per carcinoma del testicolo eseguito nel 2013. Nessun elemento risulta documentato nel merito di una patologia chirurgica con carattere di urgenza in atto. Le cisti epatiche meritano controlli ecografivi nel tempo per osservarne eventuali variazioni.Le consiglio un controllo specialistico chirurgico a breve termine onde poterla monitorare da un punto di vista clinico. Il tutto nei limiti di una valutazione a distanza.
Prof. Attilio Marchese