Utente 121XXX
buonasera

anni fa notarono in una visita per altri motivi una punta d'ernia; da 3/4 mesi circa mi sono tornati sintomi, e ecografia e visita chirurgica hanno evidenziato questa ernia inguinale di 0,5 cm

rispetto all'urgenza di intervenire, il chirurgo da un lato è tranquillo, dall'altro mi dice di operare non troppo in là perchè le ernie piccole sono quelle a rischio strozzamento più alto. il dolore è fastidioso ma contenuto, lo sento solo dopo sforzi, peraltro faccio vita all'aperto, camminate in montagna, lavori di manutenzione anche pesante, ecc, quindi il problema c'è.

vorrei rimandare il più possibile l'operazione per due motivi

- ho avuto episodi di allergia ad antibiotici, anche gravi
- quello più importante; ho due figli piccoli, abito in montagna e non arrivo a casa con la macchina, quindi non posso evitare sforzi di un certo tipo, come portare spesa e bambini in braccio, il tutto in salita, il tutto con un mio già sovrappeso. questo mi lascia molto perplesso rispetto al decrso post operatorio. posso permettermi solo qualche giorno di aiuto da parte di terzi, non certo 2-3 settimane, per figli e altre incombenze.

penso di fare una visita con un altro chirurgo per avere un altro parere (sapete consigliarmi istituiti ospedalieri su milano/novara?), ma intanto vorrei una vostra valutazione soprattutto sull'opportunità di rimandare di un anno almeno l'operazione per i motivi sopraindicati.

per esempio, ha senso pensare di fare meno sforzi possibili (cmq concetto relativo nel mio caso) per un anno e poi rivalutare?

grazie mille per ogni parola

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Credo possa aspettare, ma prima o poi probabilmente sara' da fare.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it