Utente 454XXX
Salve, ormai due anni fa mi sono accorta di avere una cisti sacro coccigea perché è maturata e quindi scoppiata con fuori uscita di pus, quindi già fistolizzata. Per i primi periodi si infiammava, diventando dolente una volta ogni 4/5 mesi. Da un anno a questa parte il problema è diventato sempre più frequente, così mi sono decisa a fare un'ecografia delle parti molli, questo il referto: in corrispondenza della regione sacro coccigea si osserva in pieno tessuto sottocutaneo una formazione ipoecogena di contorni molto irregolari di circa 15mm di asse longitudinale. Essa appare ipoecogena, in parte colliquata, di contorni anfrattuosi, liberamente infiltrata fra i lobuli adiposi. Il quadro nel complesso appare riferibile quindi ad una liponecrosi locale che non presenta segni di comunicazione con i piani profondi: la fascia sottocutanea accollata al periostio del sacro appare infatti continua e conservata.
Vorrei sapere quanto è urgente l'intervento di rimozione e se è possibile evitare zaffatura o cicatrizzazione a ferita aperta, perché io non ho una buona cicatrizzazione, formo facilmente cheloidi. Non ho avuto una buona esperienza con una cicatrizzazione a ferita aperta. Come intervento è complesso? Richiede anestesia generale? Come convalescenza?
Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non e' urgente. Esistono diverse tecniche, in genere anestesia locale. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 454XXX

La ringrazio per la Sua risposta, la mia paura è proprio che a causa delle dimensioni non sia possibile effettuare sutura.