Utente cancellato
Salve gentili Chirurgi di Chirurgia Generale,

avrei un quesito da porvi: circa due anni fa ho effettuato un'iniezione intramuscolo di Voltareen e Lyseen. Senonché, dopo l'iniezione ho subito sentito dolore, con piccola fuoriuscita di sangue.

Dopo qualche mese, ho effettuato un'ecografia che recitava: "L'ESAME ECOGRAFICO ESEGUITO IN REGIONE GLUTEA DESTRA HA EVIDENZIATO UNA SFUMATA IPERECOGENICITA' DEL TESSUTO ADIPOSO SOTTOCUTANEO CON EVIDENZA DI DUE FOCUS IPERECOGENI DI 14X9 IN SEDE SUPERFICIALE E DI 19X12X12 IN SEDE PIU' PROFONDA, COME PER REAZIONE ECCHIMOTIVA; TALE REPERTO E' DA RIFERIRE AD ESITI TRAUMATICI POST-INIEZIONE.

Nel frattempo, il dolore (anzi, parlerei più propriamente di fastidio) è sempre rimasto uguale. In pratica, sento sempre di avere "qualcosa" nel gluteo, come un corpo estraneo (una cisti, se vogliamo usare questo termine) ma non mi ha mai procurato problemi né di deambulazione, né altri.
Oggi, ho voluto ricontrollare con un nuovo esame ecografico, che mette in evidenza tale referto: "LE TUMEFAZIONE CLINICAMENTE PALPABILI A CARICO DELLA REGIONE GLUTEA DESTRA CORRISPONDONO AD ALTRETTANTI ELAIOMI IPODERMICI, IL MAGGIORE DI CM 2,64X1,28, ADAGIATE SUL SOTTOSTANTE EPIMISIO MUSCOLARE.
ASSENZA DI ADENOMEGALIE LOCO-REGIONLI DI TIPO PATOLOGICO.

Ora, vorrei innanzitutto sapere qualcosa in più sugli "elaiomi", visto che sul web non si trova praticamente nulla. E poi vorrei sapere se questi Elaiomi sono da asportare chirurgicamente, o possono essere lasciati lì, senza problemi, e a tempo indeterminato? Tendono ad aumentare di dimensioni? Come possono eventualmente essere "sciolti"? Insomma, vorrei sapere cosa fare. Ho effettuato anche una visita chirurgica dove mi è stato detto di non fare niente, e di tenere solamente sotto controllo. Tuttavia, il piccolo fastidio è sempre e perennemente presente, ma di fare l'intervento non ne ho assolutamente intenzione. Come tende ad esitare un elaioma? Tessuto nodoso, cicatriziale, fibrotico, etc? Può tendere alla regressione spontanea o all'aumento di volume? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La sua descrizione e' chiarissima .
La diagnosi mi pare sia definita come certa e quindi non si tratta di un tumore, ma di uno pseudotumore costituito da tessuto infiammatorio formatosi attorno a materiale estraneo penetrato nei tessuti, specie nei muscoli e nel grasso.

Lei ci chiede indicazioni sulla cura, ma non e' possibile generalizzare perche' questa indicazione si evince non solo sulla base del rilievo ecografico, ma soprattutto su quello clinico .
Lei ha opportunamente eseguita la visita e
" Ho effettuato anche una visita chirurgica dove mi è stato detto di non fare niente, e di tenere solamente sotto controllo."
e pertanto quale altro contributo potremmo aggiungere se non ripetere il controllo chirurgica spiegando quanto qui ci ha ben descritto ?

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
281005

dal 2018
Grazie per il gentile riscontro.

Ma, esattamente, cosa comporta un elaioma che non venga trattato? Come può evolvere? Esistono terapie incruente efficaci?