Utente 811XXX
75 anni. Triplice BPAC nel1911 a seguito IMA.
Coxartrosi e gonartrosi.
Una rx prima di operare anca mostra addensamento sospetto di circa 2 cm, lobo dx.
Eseguita TAC: non da certezze, ma:
- non si repertano tumefazioni linfoadenopatiche a livello ilare e mediastinico
- non visibili tumefazioni surrenaliche ecc.
- non visibili lesioni di tipo eteroproduttivo a carico dei segmentinossei visibili.
Eseguita broncoscopia con biopsie: trovate irregolarita' a destra.
Flogosi cronica e metaplasia squamosa e/o piatta.
Eseguita PET: malattia sostitutiva sede polmonare destra
Non accumuli in sede linfonodale ilomediastinica e nel lobo superiore.
Non accumuli nelle restanti sedi linfonodali sovra e sottodiaframmatiche, in ambito pleuroparenchimale,epato-splenico-pancreatico, cutaneo-sottocutaneo, nei rimanenti segmenti dello scheletro, in regione addominopelvica.
Eseguito ago aspirato polmonare TC guidato: positiva ricerca di cellule tumorali maligne.
Conclusioni generali e diagnosi: adenocarcinoma da operare immediatamente con lobectomia.
Domande: e' corretta una simile diagnosi dopo tali esami, da parte di un espertissimo chirurgo toracico?
Serve sentira anche un oncologo?
La decisione migliore e' operare di corsa?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti

40% attività
8% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
L'esame istologico sulla biopsia del nodulo e la PET parlano chiaro: tumore polmonare ad uno stadio iniziale indicato assolutamente l'intervento. Questi dati però vanno incrociati con lo stato generale del paziente prima di agire; capacità respiratoria e funzionalità cardiaca. Per un paziente come papá la strategia migliore deve garantire una radicalità oncologica con un ridotto stress chirurgico (mininvasività).
Dr. Claudio Andreetti
Divisione di Chirurgia Toracica
Ospedale Sant'Andrea Roma

[#2] dopo  
Utente 811XXX

Grazie mille per il Suo parere.
...solo che non è mio padre.
Sono io il malato.
Provvedo a fare i passi immediati per il ricovero pre-operatorio ed il seguito.

[#3] dopo  
Utente 811XXX

...e CyberKnife?

[#4] dopo  
Utente 811XXX

CyberKnife completato. Vedremo tra 60 gg.

[#5] dopo  
Dr. Claudio Andreetti

40% attività
8% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Bene!!!
Dr. Claudio Andreetti
Divisione di Chirurgia Toracica
Ospedale Sant'Andrea Roma

[#6] dopo  
Utente 811XXX

Grazie. Devo sostenere intervento di artroprotesi urgente all'anca sx.
CyberKnife al polmone terminato 15 maggio: TAC controllo programmata 15 Luglio. Puo' operarmi subito l'ortopedico, in modalita' mininvasiva? Il trauma operatorio, eventuale anemia postoperatoria, e la successiva riabilitazione potrebbero influenzare le reazioni del tumore e piu' in generale del sistema immunitario in senso peggiorativo e pericoloso?
In tal caso come comportrasi? Procrastinare e' impossibile.
Grazie.

[#7] dopo  
Utente 811XXX

Aggiornamento e quesito.
Alla terza PET, 9 mesi dopo Cyberknife, il tumore e' in netta remissione. Nulla altrove!
RMN cranio e vicini negativa.
Oncologo e radiologo soddisfatti, ma...
CEA permane altissimo, 215, a sorpresa.
Biopsia liquida negativa.
Leggera BPCO, forse da fibrosi attinica: sintomi scarsi. In cura.
Tuttavia ottimo stato generale.
Prescritta nuova PET Aprile, circa un anno dopo radiot.
Ma insomma, quanto devo aspettare ancora per l'artroprotesi d'anca, e ahime' poi di ginocchia?
Intanto cammino solo con stampelle da un anno.
Grazie.