Controllo dopo lobectomia per carcinoide tipico

Egregi Dottori,
mia sorella di 52 anni è stata operata lo scorso anno al polmone, lobectomia inferiore sx per un nodulo di 13 mm scoperto casualmente e rivelatosi essere alla biopsia un carcinoide tipico.
Al primo controllo tac (senza mdc) dopo 6 mesi fatto con la stessa macchina della tac prima che si operasse, oltre agli esiti cicatriziali, non era stato rilevato niente di particolare.
Al secondo controllo invece, dopo ulteriori 6 mesi (quindi 1 anno dopo l operazione) fatto con una macchina tac diversa, nuova e quindi di ultima generazione ma sempre senza mdc, viene riportato tutto molto dettagliatamente rispetto alla tac precedente...e tra le varie cose si legge la frase forse più preoccupante: "Nella sede del pregresso intervento chirurgico si documentano due aree pseudonodulari a vetro smerigliato, la maggiore di circa 8 mm.
Concomitano a tale livello strie iperdense fribotiche in esiti e di natura disventilatoria".
La mia domanda è: è possibile che si formino pseudonoduli in zona cicatriziale oppure dobbiamo prepararci all idea che si possa trattare di una recidiva?
Ci avevano assicurato diversi chirurghi toracici che con l intervento avrebbe risolto e che si trattava di un carcinoide tipico a bassa malignità...Ci sta crollando il mondo addosso di nuovo al solo pensiero di un futuro calvario...Grazie per un gradito riscontro.
Stefania
[#1]
Dr. Giorgio Lo Iacono Chirurgo toracico, Chirurgo oncologo 316 32
Carissima, a volte gli esiti dell'intervento posso portare alla formazione di alcuni pseudonoduli o formazioni non ben definite e non necessariamente sono una recidiva di malattia. Tra l'altro il carcinoide, se operato radicalmente, recidiva molto raramente.
Le aree a vetro smerigliato poi in questo caso mi sembrano più probabilmente legate ad alterazioni post-operatorie.
A ogni modo uno stretto follow-up radiologico potranno eliminare ogni dubbio a riguardo.

Dr. Giorgio Lo Iacono
Specialista in Chirurgia Toracica
IEO - Istituto Europeo di Oncologia, Milano

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo dott. Lo Iacono,
La ringrazio molto della Sua risposta, che ci ha dato del sollievo! Anche il chirurgo che l ha operata e l oncologo che la segue qualche giorno dopo la mia richiesta di consulto hanno visto la tac e non hanno espresso pareri preoccupanti, però l oncologo ha preferito fissare una tac di controllo dopo 2 mesi.
Speriamo bene!
Grazie ancora .
Cordiali saluti.
Stefania

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa