Utente 489XXX
Gentili Dottori,
soffro di insufficienza venosa all'arto inferiore dx,con presenza di una varice che si snoda dall'interno del ginocchio fino a circa metà polpaccio.
visita dall'angiologo, consiglia integratori per la circolazione e calze elastiche ed eventualmente trattamento sclerosante o chirurgico..vorrei chiedere se può migliorare la mia situazione (o almeno non farla peggiorare> l'uso di un dispositivo che ho trovato da poco su un volantino consiste in una sorta di gambaletto che si gonfia con l'aria non sò se si tratti di pressoterapia comuque facendo delle ricerche ho trovato informazioni discordanti secondo alcuni addirittura è considerato un metodo dannoso per le varici!vorrei vostre opinioni a riguardo e un consiglio per acquistare o meno l'apparecchio..grazie

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
nutrirei seri dubbi sulla tipologia dell’apparecchio (gambaletto ?) che ha richiamato la sua attenzione.
La malattia varicosa (vene varicose) non può beneficiare in ogni caso dell’applicazione della pressoterapia con la finalità di guarirla: le indicazioni che le sono state date (chirurgia, scletoterapia) sono invece corrette.
Le accludo un articolo sull’argomento:

https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/93-la-pressoterapia-sequenziale.html
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente 489XXX

gentile Dottore,
la ringrazio per la sua cortese e celere risposta e l'articolo correlato,si in effetti trattasi di gambaletti che si gonfiano con l'aria,ma non so se in questa sede posso linkare l'articolo dove li ho trovati...quindi lei sconsiglia?
so che non si può guarire dall'insufficienza venosa,ma volevo sapere se almeno con questo metodo si poteva "migliorare la circolazione"..vorrei inoltre chiedere...ma in assenza di sintomi (come bruciore,crampi,arrossamenti etc..) è necessario rimuovere comunque la varice?
grazie

[#3]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
È necessario che si sottoponga a valutazione specialistica con ecocolordoppler per programmare l’esatta indicazione al trattamento più adatto nel suo caso, che non è la pressoterapia.
Le varici lasciate a se stesse tendono a progressiva estensione rendendo meno efficaci e risolutivi i provvedimenti terapeutici, lasciando per di più esposti nel tempo a possibili complicazioni (flebiti, alterazioni cutanee, ecc.)
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#4] dopo  
Utente 489XXX

va bene Dottore,grazie

[#5] dopo  
Utente 489XXX

Gentili Dottori,
ho fatto la visita di controllo dall'angiologo,la quale mi ha suggerito l'utilizzo delle calze elastiche.
mi ha detto che l'intervento chirurgico che mi era stato proposto in precedenza da altro specialista,non è indispensabile e che comunque,anche successivamente ad un eventuale intervento avrei dovuto portare sempre le calze...e le vene potrebbero formarsi di nuovo in futuro..
a seguito di ciò mi son presa del tempo per pensarci,e facendo delle ricerche mi sono imbattuta nel sito web di uno specialista (non so se posso fare il nome) che ritiene sia pericoloso asportare la safena perchè in caso dovesse ostruirsi qualche vaso profondo poi se non c'è la safena il sangue non riesce a defluire con rischio di cancrena per l'arto e amputazione!questo mi ha letteralmente scioccato!ma è vera questa cosa?che in caso di trombosi venosa profonda se manca la safena può succedere questo?