Utente
Gentili dottori ho 31 anni e dall'età di 18 anni mi è stato diagnosticato un dolicomegacolon. Il mese scorso ho fatto nuovi accertamenti e mi è stato riscontrato il prolasso del retto (a vent'anni mi hanno operato di emorrodi in trombosi). Dopo tutta una serie di esami transito intestinale, colpocisterentografia, clismoopaco e colonscopia la dottoressa mi ha consigliato al posto dell'intervento una rieducazione della muscolatura intestinale. Ora vi chiedo in cosa consiste ed è poi l'unica soluzione al mio problema che faccio uso di lassativi dall'età di quindici anni o è meglio procedere con l'intervento? Fatico anche a trattenere lo stimolo urinario.
Grazie e cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
LECCE (LE)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
la rieducazione funzionale dei muscoli della defecazione è spesso indicata nei casi di stipsi dovuta a difetti di espulsione. Particolari ginnastiche sono attuate anche nei casi di prolasso e con discreto successo. La ginnastica non cura il prolasso ma solo la defecazione in modo tale da evitare gli sforzi con benefici anche sulla progressione del prolasso. Le notizie che lei ha dato sono scarne per poter decidere se intervenire chirurgicamente o meno. Potrebbe essere utile visionare gli accertamenti già effettuati e nel caso completarli con altri al fine di definire quale è la migliore terapia.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it

[#2]  
Dr. Francesco Mazzola

16% attività
0% attualità
0% socialità
ASOLA (MN)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
Gentile utente, temo che la sua situazione clinica non sia ancora ben inquadrata. Infatti ha eseguito numerosi accertamenti a parte uno che però in caso di prolasso è molto importante: l'rx defecografia. Questo esame infatti permette di avere una visione completa del pavimento pelvico e di accertare eventuali altre cause di ostacolo alla defecazione.
Dopodichè la riabilitazione intestinale ha un'utilità limitata se il prolasso è severo. Si tratta di stabilire invece secondo me,la migliore opzione chirurgica: intervento per via transanale o per via addominale.
Sarebbe importante per questo motivo un consulto specialistico.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
LECCE (LE)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Credo che la Signora abbia già fatto l'Rx Defecografia anzi abbia effettuato un esame completo della dinamica del pavimento pelvico definito come colpocistoenterografia. Quindi cara signora non deve ripetere questo esame semmai sono altri gli approfondimenti diagnostici da effettuare.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it

[#4] dopo  
Utente
Gentili dottori vi ringrazio molto per le vostre risposte e chiedo venia se in precedenza non sono stata molto chiara poichè non ho dimestichezza con i termini medici. In effetti ho appena avuto gli esiti della rx defecografia ed è risultato rettocele di modesta entità con prolasso rettale e difficoltà nella defecazione inoltre durante il periodo dell'esame vi è stata mancanza di minzione anche sotto sforzo e compressione manuale della vescica.
Grazie ancora e cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Francesco Mazzola

16% attività
0% attualità
0% socialità
ASOLA (MN)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
Certo Signora se c'è già il referto della defecografia non deve ripeterla. Mi pare ovvio.
Direi che il rettocele ed il prolasso giustificano molto bene i suoi sintomi.
Le rinnovo il consiglio ad eseguire una visita specialistica per decidere il proseguio delle cure. Rimango dell'idea che la riabilitazione intestinale che le è stata consigliata possa non servire del tutto in presenza di una defecazione ostruita da prolasso e rettocele.
Ci faccia sapere. Tanti auguri.

[#6]  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
LECCE (LE)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Cara Signora,
i sintomi rivelati ed il tipo di patologia impongono una valutazione speciaistica. La mia ventennale esperienza nell'ambito della rieducazione funzionale del pavimento pelvico mi permette di essere fiducioso che l'attenta applicazione dei procedimenti riabilitativi potranno risolvere i suoi sintomi funzionali. La precisazione è solo che il termine di riabilitazione non è sulla muscolatura intestinale o semplicemnete intestinale ma sul complesso apparato neuromuscolare che partecipa alle dinamiche della evacuazione e della minzione.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it

[#7]  
Dr. Francesco Mazzola

16% attività
0% attualità
0% socialità
ASOLA (MN)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
concordo pienamente con il collega sulla fiducia nel trattamento riabilitativo, data anche la sua esperienza.
Interessante per lei potrebbe essere l'opzione di effettuare tale terapia e successivamente valutarne il risultato insieme allo specialista per poi decidere come procedere.
Cordiali saluti.

[#8] dopo  
Utente
Gentile dott. Nicastro la ringrazio per le sue risposte e i suoi suggerimenti...inizierò a seguire questo programma riabilitativo presso l'ospedale di valeggio sul mincio di verona con un promessa....dal momento che in agosto verrò in vacanza a soverato spero tanto di riuscire a contattarla presso il suo studio a lamezia terme per un ulteriore consulto.
Grazie ancora e a risentirci.

[#9]  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
LECCE (LE)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Cara Signora,
sono veramente felice per la sua lucida e sensata decisione.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it